May 29, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

“Grazie alla nostra interrogazione abbiamo contribuito a far sì che Aeroporti di Puglia avviasse le procedure per dotare anche l’aeroporto di Brindisi del macchinario utile per il de-icing, che assicurerebbe al secondo scalo pugliese il regolare svolgimento delle attività aeroportuali anche in caso di neve”. Commenta così il consigliere del M5S Gianluca Bozzetti la risposta pervenuta oggi all’interrogazione in merito agli investimenti di Aeroporti di Puglia e Acquedotto Pugliese nella Fondazione Petruzzelli.

A fine dicembre dello scorso anno le due partecipate della Regione Puglia sono entrate come soci sostenitori nella Fondazione, stanziando dai loro utili rispettivamente 200mila e 250mila l’anno per il 2018 e il 2019. Nell’ interrogazione si chiedeva perché quei fondi non fossero stati reinvestiti da AdP e AqP per ottimizzare le proprie risorse, ad esempio, utilizzandole per attrezzare finalmente anche l’Aeroporto del Salento con macchinari utili al sistema di de-icing.

Inoltre chiedevamo – continua Bozzetti – di coinvolgere negli investimenti eventualmente anche altre Fondazioni e associazioni culturali. Siamo comunque soddisfatti che entrambe le società abbiano espresso la volontà di continuare ad investire nei vari settori culturali pugliesi che, oggigiorno, necessitano sempre di maggiore supporto. Non possiamo che essere soddisfatti anche della risposta sul de-icing; una questione su cui siamo stati i primi a batterci già nel 2017 con il collega Trevisi e che solo in periodo di campagna elettorale ha poi attirato anche l’attenzione di esponenti delle altre forze politiche. In quell’occasione ci venne risposto che il mancato acquisto di strumenti così costosi fosse dovuto alla eccezionalità per il nostro territorio di eventi climatici avversi di tale portata. Motivazione che oggi viene meno in quanto i cambiamenti climatici in atto hanno portato anche il territorio della provincia di Brindisi ad avere inverni rigidi tali da causare con più frequenza la formazione di ghiaccio sulle ali degli aerei. Finalmente entrambi gli aeroporti pugliesi saranno dotati de- icing e non saremo più costretti a vedere a Brindisi scene come quelle degli anni scorsi, con le ali degli aerei “scongelate” con secchiate d’acqua. Ora monitoreremo che il macchinario venga acquistato il prima possibile”.

 

La nota di Bozzetti ha fatto andare su tutte le furie il coordinamento cittadino di Forza Italia che ricorda come fu l’On. D’Attis a sollevare la questione dell’assenza dello strumento.
Scrivono dal partito di Berlusconi: “Uno degli elementi fondamentali in politica dovrebbe essere la dignità. Ma ci rendiamo conto, giorno dopo giorno, che sono in molti a non sapere di cosa si tratta.

E’ il caso del consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Gianluca Bozzetti, il quale ieri ha annunciato in pompa magna la soluzione del problema dell’acquisto di un “de-icing” per l’aeroporto del Salento di Brindisi.

In realtà, come ben sa Bozzetti, il problema è stato sollevato e risolto grazie ad una interrogazione parlamentare del nostro parlamentare Mauro D’Attis, il quale lo scorso 5 gennaio denunciò (con tanto di prova video) che le ali di un aereo erano state scongelate a Brindisi con delle secchiate di acqua calda (l’accaduto è stato riportato anche dalls atmpa internazionale). Una situazione pericolosa e insostenibile che, grazie alla denuncia dell’on. D’Attis, è venuta alla luce (mentre le azioni promosse precedentemente proprio dai pentastellati non avevano sortito alcun effetto). Ed è stato proprio per il gran clamore suscitato dal deputato forzista che il processo di rescissione del rapporto di lavoro con l’ormai ex direttore generale di AdP Franchin ha subito una accelerazione.

Il coordinamento cittadino di Forza Italia, quindi, ringrazia Mauro D’Attis e invita Bozzetti a rivolgere la sua azione nei confronti del governo regionale (visto che è un consigliere regionale) e di quello nazionale (guidato anche dal suo partito) affinché Brindisi non continui a subire i torti che ormai vengono compiuti da anni, a vantaggio di altre province pugliesi o di altre zone del Paese.

 

In serata arriva la nota del MoVimento 5 Stelle Brindisi che cosi scrive: “Ancora una volta si è persa l’occasione di fare una bella figura rimanendo semplicemente in silenzio, perché la nota stampa diffusa da Forza Italia contro il consigliere regionale del M5S Gianluca Bozzetti dimostra quanto, alle vecchie forze politiche, non interessi realmente il bene della città di Brindisi ma solo il farsi pubblicità a tutti i costi. Riteniamo, infatti, che l’arrivo all’aeroporto di Brindisi del macchinario utile per il de-icing sia un risultato importante per tutta la città, indipendentemente dal fatto che sia stato ottenuto grazie al pressing del consigliere regionale del M5S (che ricordiamo aveva comunque sollevato la questione già nel 2017). Ma c’è purtroppo chi invece di gioire preferisce continuare a fare polemiche politiche per attestarsi la paternità di un risultato. Ribadiamo quindi al coordinamento cittadino di Forza Italia che la questione è sempre stata di competenza strettamente regionale e per questo la risoluzione è stata trovata naturalmente a livello istituzionale di competenza(regionale) grazie a quello che è l’unico atto ufficiale ad oggi presente, ovvero l’interrogazione del Consigliere del M5S Gianluca Bozzetti. Per quanto riguarda l’interrogazione parlamentare dell’onorevole D’Attis, dispiace far loro notare che, oltre ai proclami sui giornali, ad oggi non ve ne sia alcuna traccia sul sito della Camera dei Deputati. L’interrogazione parrebbe quindi solo annunciata ma mai depositata, ad ulteriore dimostrazione della differenza tra chi fa le cose concrete per Brindisi e chi si limita solo alle parole utili ai titoli di giornali

No Comments