November 17, 2018



Print Friendly, PDF & Email

Lo scorso fine settimana, con il sensibile incremento del traffico per l’approssimarsi della stagione estiva, la Sezione Polizia Stradale di Brindisi, coordinata dal Vice Questore dott.ssa P. CIACCIA, ha potenziato i servizi di vigilanza stradale per garantire maggiore sicurezza e contrastare comportamenti irresponsabili dei conducenti.

L’attività che ha visto il concorso della Stradale di Fasano è stata particolarmente rivolta alla verifica del rispetto dei limiti di velocità, mediante autovelox e telelaser dislocati in tratti presegnalati e interessati da maggior intensità di traffico, nonché delle norme sui tempi di guida e di riposo da parte degli autisti di veicoli commerciali e della piena efficienza dei veicoli adibiti al trasporto professionale di passeggeri, il cui transito aumenta in concomitanza della stagione estiva.
Non tralasciando peraltro la verifica delle condizione psicofisiche dei conducenti mediante l’utilizzo di etilometro e precursore.
Nel corso dei servizi predisposti sono state elevate 50 sanzioni amministrative al codice della strada e ritirate 4 patenti di guida ad altrettanti automobilisti indisciplinati per il superamento dei limiti di velocità. due persone sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria: il primo, G.E. 43 anni di Brindisi, colto alla guida di un’autovettura, priva di copertura assicurativa, senza aver mai conseguito la patente, condotta questa reiterata nel biennio; il secondo, E.B. 47 anni di Fasano, conducente professionale invece, alla guida di un autoarticolato, è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria per istigazione alla corruzione, per aver tentato di evitare, offrendo la somma di venti euro agli operatori, la sanzione pari ad euro 379,00 in seguito al superamento dei limiti di velocità.

 

Fatto quest’ultimo verificatosi la sera del 05 maggio scorso sulla SS379 agro del comune di Carovigno a seguito di controllo operato dalla pattuglia allertata dalla velocità sostenuta tenuta durante la marcia.

 

 

One Comment

  • Rispondi
    Antonio
    7 maggio 2018

    Quando vedremo i controlli in città? Per esperienza personale la metà dei brindisini non allaccia le cinture di sicurezza. Tanti parlano al cellulare mentre guidano. Nessuno, dico nessuno rispetta i pedoni e i ciclisti.