October 17, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Un’esercito pacifico di oltre 50 volontari pronti a divertire ed intrattenere per tre mesi i bambini dei detenuti della casa circondariale di Brindisi. E’ stata presentata ufficialmente alla città nei giorni scorsi la nona edizione del progetto “Carcere degli innocenti”, ideato, organizzato e coordinato dal CSV Poiesis.

 

“L’idea – racconta Rino Spedicato presidente del CSV – nacque nove anni fa a seguito del vibrante appello lanciato ai volontari da Padre Giovannino, all’epoca cappellano, durante un convegno promosso dal CSV e dall’Arcidiocesi di Brindisi-Ostuni che chiedeva un aiuto nell’alleviare le sofferenze ingiuste di tanti bambini ed evitare che la loro attesa nella Casa Circondariale per i colloqui dei loro familiari, possa traumatizzarli ancora di più. Accogliemmo il suo appello e ci mettemmo immediatamente a disposizione. Con il Prof. Franco Zecchino (esperto in Musicarterapia) e la Direttrice pro-tempore della Casa Circondariale, promuovemmo il primo progetto estivo. Da allora, fu un crescendo continuo di iniziative, gesti, emozioni e tanta partecipazione da parte di volontari, esperti ed associazioni che ringraziamo per la loro preziosa disponibilità, anche nel seguire con responsabilità i percorsi formativi dedicati promossi dal CSV Poiesis”.

 

Il progetto si svolge in uno spazio messo a disposizione dalla Casa Circondariale di Brindisi in cui è allestita una ludoteca e dove i partecipanti hanno la possibilità di creare, dando spazio alla propria fantasia. Tale spazio, diventato “area cuscinetto” tra la realtà fuori dal carcere e quella all’interno, accoglie e accompagna il bambino nella fase pre–colloquio, permettendo di intercettare il disagio dei minori che affrontano, loro malgrado, la “dura realtà” e rendendo l’impatto meno traumatico. Le attività, che iniziano a metà giugno e si concludono a metà settembre, quest’anno saranno incentrate sul tema dell’Arte Contemporanea dal titolo “Pronti … pARTEnza … via”. (Per informazioni segreteria@csvbrindisi.it – 0831.515800).

 

Molti volontari iscritti al progetto non hanno mai avuto un’esperienza in carcere e per questo sono previste tre tappe formative “di avvicinamento” al volontariato penitenziario in programma Martedì 28 Maggio (Sede CSV), Venerdì 31 Maggio (Sede CSV) e Martedì 4 Giugno (Sede libreria Pupilla).

 

La nona edizione è stata presentata a Palazzo Nervegna insieme a “La chiave di cioccolata” il romanzo di Enrichetta Vilella, brindisina che vive a Pesaro, dove svolge attività di educatrice e responsabile di area pedagogica presso le carceri, al suo romanzo d’esordio. La sua testimonianza ha rafforzato le convinzioni ed il desiderio di “donarsi agli altri” dei numerosi volontari presenti in sala.

 

Per restare sul tema di Volontariato&Giustizia infine nei giorni scorsi è stato firmato il protocollo d’intesa tra il CSV Poieisis ed il Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità. L’accordo si pone l’obiettivo di attivare ogni forma di collaborazione ed integrazione delle rispettive organizzazioni per lo sviluppo di efficaci interventi di prevenzione del disagio minorile e per il sostegno di una politica di reinserimento e di recupero dei minori attraverso la “presa in carico” della comunità territoriale.

 

CSV Poiesis Brindisi

No Comments