December 12, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Città di Brindisi: Novembre, Iaboni, Liotti, Troiano (70′ Loiodice), Vetrugno, Sicignano, Favia, Pollidori, Gambino, Pellecchia (80′ Ancora), Fella. All. Ciullo. A disp.: Peschechera, Cacace, Gasperini, Akuku, Pinto, Greco, Vantaggiato.
Grottaglie: Maragliano, Papa, Prete, Sanna (77′ Formuso), De Toma, Danese, Manzella, El Kanch, Albano, Fumai (83′ Colucci), Palmisano (60′ Carbone). All.: Pettinicchio. A disp.: Sergi, Pisano, Collocola, D’Arcante, Gnoni, Aurelio
Arbitro: Agrò di Terni coadiuvato da Farina e Bottiglia (Campobasso).
Reti: 33′ Pellcchia (rig), 72′ Pollidori, 93′ Albano
Espulsi: Papa e Prete

Il Città di Brindisi supera il Grottaglie e resta nelle zone alte del campionato nazionale di Serie D.
E’ stata una partita più difficile di quanto dica il risultato e di quanto era nelle previsioni della vigilia. I tarantini di Pettinicchio hanno dimostrato che la classifica non rende merito ad una squadra che – soprattutto dopo gli acquisti del mercato – rappresenterà un osso duro per tutte le avversarie.
Le abbondanti piogge cadute prima e durante l’incontro ha reso il rettangolo di gioco un terreno improbabile per giocare a calcio in modo lineare e spettacolare ed il match ben presto si è trasformato in una battaglia agonistica.
Il Brindisi, dall’alto di un maggiore tasso tecnico, ha avuto un leggero predominio di gioco e di possesso palla ma il Grottaglie, con un ottimo centrocampo e con l’ex Albano sempre pronto a proporsi come faro offensivo, si è reso pericoloso in più occasioni.
Come al 10’ quando Albano si inserisce dalla sinistra ma non inquadra lo specchio della porta brindisina.
Il Brindisi col passare dei minuti inizia a creare con Pellecchia dalla distanza ma Maraglino che devia in corner.
Sul conseguente tiro dalla bandierina Pollidori di testa manda alto.
Alla mezzora ci prova Troiano il tiro telefonato termina tra le braccia del’estremo difensore tarantino.
Due minuti dopo si sblocca il risultato: Papa falcia da dietro Gambino, calcio di rigore e cartellino rosso per il calciatore ospite. Dagli undici metri si presenta Pellecchia che realizza.
Il Brindisi insiste e prima sfiora in raddoppio con Gambino e poi con Pellecchia che tenta di piazzare il pallone ma Maraglino si distende e via a mano aperta.
Nella ripresa nonostante l’inferiorità numerica è il Grottaglie a provarci con Fumai che prima manda sul fondo e poi vede respingere il suo tentativo da Novembre in uscita.
La gara vive una fasi di stanza ma al 27’ è Pollidori a trovare il raddoppio con un preciso colpo di testa. Il Grottaglie resta in nove per l’espulsione di Prete ed il Brindisi potrebbe dilagare ma spreca malamente sotto porta.
Al 33’ Loiodice si fa anticipare dall’uscita di Maraglino nel tentativo di saltarlo.
Ci prova anche Gambino ma un salvataggio sulla linea gli nega la gioia nel ritorno al gol. Al 41’ da segnalare anche un palo esterno di Fella.
I pieno recuperò arriva il gol dell’ex con Albano che rende solo meno amaro il punteggio finale.

Il Brindisi sale ora a quota ventotto punti in classifica e vede avvicinarsi la vetta a soli tre punti di distacco. L’esame di maturità sarà domenica nella prima trasferta del nuovo anno con i brindisini chiamati a cambiare rotta lontano dalle mura amiche.

Davide Cucinelli

No Comments