February 17, 2020

Print Friendly, PDF & Email

Comunicato stampaIl Sindacato Cobas ha incontrato nel primo pomeriggio di ieri nella Prefettura di Brindisi , Lunedì 23 Settembre , la delegazione della Task Force Regionale guidata dal Presidente Leo Caroli alla presenza del direttore generale della Asl Brindisi, Giuseppe Pasqualone , dell’Amministratore della Sanitaservice, Flavio Roseto, ed a rappresentare la Prefettura la dottoressa Maria Antonietta Olivieri.La riunione convocata dalla Task force aveva come tema la esternalizzazione del servizio di pulizie oggi in affidamento alla Sanitaservice .

La Asl ha dovuto ottemperare ad una sentenza del Consiglio di Stato mettendo a gara il settore delle pulizie.Il Sindacato Cobas in merito al tema della riunione ha consegnato un documento alla Prefettura dove analizza la situazione e prospetta soluzioni rivolte ad impedire il ritorno alle ditte.Le nostre proposte sono state apprezzate dai partecipanti tanto da ritenere che possano costituire un pezzo importante dei contenuti da porre in una prossima riunione.Il nostro documento farà parte del verbale della riunione che la Prefettura sta scrivendo. La Task Force ha preso l’impegno di convocare la riunione entro 15 giorni presso la Regione Puglia alla presenza del Governatore ,Michele Emiliano; il contenuto della riunione sarà quello di trovare soluzioni per armonizzare tutte le Sanitaservice , per avere comportamenti uguali su tutto il territorio regionale.

 

Questo potrebbe portare in tempi brevi alla soluzione del problema.A fronte del fatto che hanno ritenuto le nostre proposte un elemento importante per la discussione stessa di questa prossima riunione ci hanno chiesto di cancellare lo sciopero del 27 settembre .

 

I nostri rappresentanti di Sanitaservice hanno risposto di essere contenti che le nostre proposte avanzate da anni avessero avuto ascolto da parte della Regione e dalla Asl ma che lo sciopero non veniva cancellato ma spostato.

Lo sciopero è solo differito immediatamente dopo questa riunione in caso di risultato negativo per i lavoratori.

 

Il Cobas ha riconfermato che l’obiettivo delle lotte di questi mesi riguarda la stabilizzazione dei precari e di rifiutare la esternalizzazione del settore delle pulizie.

 

Le fantasie di qualcuno non trovano riscontro nella realtà, sono solo tentativi rivolti a non perdere tessere.

 

Nessuna guerra tra poveri ma l’obiettivo è quello di essere compatti per cambiare decisioni gravi per i lavoratori.

 

Per il Cobas Roberto Aprile

 

No Comments