November 15, 2019

Print Friendly, PDF & Email

La coalizione “La Città futura” ha sviluppato un programma di governo per Francavilla pensando a tutte le fasce della popolazione, in particolare a quelle più indifese o in difficoltà economiche.
Eccone un altro scorcio. L’adozione del “baratto amministrativo”.

 

L’art. 24 della legge n. 164 del 2014 (“Misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio”) ha introdotto per i Comuni la possibilità di adottare lo strumento del “baratto amministrativo”, che consentirebbe ai cittadini bisognosi di pagare tasse, tributi come TASI, IMU, TARI e in generale i debiti con il fisco, con il proprio lavoro, nello stesso tempo restituendo decoro urbano (ossia occupandosi di aree verdi, piazze, strade, di beni immobili inutilizzati).

 

Attraverso il “baratto amministrativo” intendiamo promuovere anche a Francavilla uno scambio virtuoso: lo sconto sul pagamento (o addirittura l’esenzione dal pagamento) di una tassa locale o di un altro debito con le casse municipali, per esempio una vecchia multa, in cambio di un impegno concreto per migliorare il nostro territorio, come la pulizia della Villa comunale o la piccola manutenzione delle scuole elementari.

 

Il “baratto amministrativo” permetterebbe ai cittadini con comprovati problemi economici non soltanto di definire la propria situazione con il Comune attraverso lo svolgimento di lavori socialmente utili, ma soprattutto di non perdere la dignità di essere umano, di padre o madre, di marito o moglie, di nonno o nonna, e anche di ritrovare la fiducia nelle Istituzioni.

 

 

Antonello Denuzzo, candidato Sindaco per la coalizione “La Città futura”
Nicola Lonoce e Adriana Balestra, candidati al Consiglio comunale per la lista civica “IDEA per Francavilla”

No Comments