August 11, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Francavilla Fontana si è aggiudicato un finanziamento di 160mila euro per l’adeguamento degli edifici scolastici al rispetto del distanziamento sociale in vista del riavvio delle attività didattiche.

Secondo le linee guida predisposte dal Ministero dell’Istruzione per rispettare il distanziamento sociale sarà necessario implementare gli spazi dedicati alla didattica, anche attingendo da ambienti alternativi agli edifici scolastici. Il Ministero ha messo a punto un sistema informatico che incrocia i dati relativi ad aule, laboratori e palestre disponibili con il dato della popolazione studentesca e la distanza da tenere. Questo strumento consentirà di individuare scuola per scuola le priorità di intervento.

“Ricerca di spazi, ma anche di modalità di didattica innovative e in grado di trasformare un momento complesso in opportunità per tutte e tutti – dichiara l’Assessore alla Pubblica Istruzione Sergio Tatarano – È questo il lavoro sinergico che con l’ausilio dell’Ufficio Tecnico e Pubblica Istruzione stiamo conducendo anche nella costante candidatura a bandi che possano portare risorse utilissime a questo duplice obiettivo. Questo è il primo finanziamento, a cui si aggiungono i 40 mila destinati alla popolazione più fragile ed in più, si spera, anche i 150mila del bando “educare” a cui stiamo partecipando.”

Intanto in questi giorni sono in agenda una serie di incontri con i Dirigenti Scolastici degli Istituti Comprensivi cittadini per individuare le criticità esistenti ed elaborare possibili soluzioni.

“Siamo al lavoro per consentire la ripartenza in sicurezza delle scuole – dichiara il Sindaco Antonello Denuzzo – è una battaglia contro il tempo che ci vede impegnati su un doppio fronte. Da una parte dobbiamo trovare dei luoghi idonei ad ospitare studentesse e studenti, dall’altro ci dobbiamo occupare di trovare le risorse economiche per attuare gli interventi che saranno necessari. Il finanziamento di 160mila euro, proveniente da fondi europei, rappresenta una buona base da cui partire.”

Al fine di adeguare gli edifici, gli spazi e le aule didattiche alle misure di contenimento del rischio sanitario da Covid-19, anche il Comune di San Michele Salentino è stato beneficiario di un finanziamento pari a 28 mila euro, grazie allo stanziamento di risorse specifiche a valere sul PON “Per la Scuola” 2014-2020 – Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) a favore di tutti gli Enti locali che siano proprietari di edifici adibiti a sede di istituzione scolastica statale o di cui abbiano la competenza ai sensi della legge 11 gennaio 1996, n. 23.
A seguito, quindi, della partecipazione all’avviso pubblico da parte dell’Ente, l’ufficio Tecnico comunale potrà utilizzare quella somma per la cosiddetta edilizia scolastica “leggera” necessaria per la ripresa dell’attività didattica a settembre, in sicurezza antivirus. Tra gli interventi ammessi, a titolo esemplificativo, vi sono quelli di adattamento e adeguamento funzionale di spazi e ambienti scolastici, di aule didattiche, ma anche fornitura di arredi scolastici idonei a favorire il necessario distanziamento tra gli studenti.
A partire da lunedì si svolgeranno dei tavoli tecnici alla presenza del sindaco, Giovanni Allegrini, dell’assessora alla Pubblica Istruzione, Tiziana Barletta, del dirigente scolastico Luca Dipresa e un referente dell’ufficio tecnico comunale, finalizzati a capire dove e come intervenire per un avvio dell’anno scolastico in piena sicurezza.
“Siamo soddisfatti per aver ottenuto questo finanziamento che ci consentirà di poter adeguare gli edifici scolastici comunali – dichiara l’assessora alla Pubblica Istruzione, Tiziana Barletta – in questi mesi estivi lavoreremo, quindi, affinchè l’inizio del nuovo anno scolastico avvenga in piena sicurezza, tutelando, ovviamente i ragazzi, i docenti e tutto il personale”.

No Comments