February 18, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Centinaia di assemblee unitarie nei luoghi di lavoro con il ruolo dinamico di tutte le Federazioni di categoria, un attivo dei Quadri e Delegati nel capoluogo, tre incontri zonali, a Francavilla Fontana, a Mesagne e a Fasano, sono stati occasione per Cgil Cisl Uil territoriali di Brindisi per illustrare e confrontarsi con lavoratori, pensionati, giovani, donne, disoccupati sia italiani che extracomunitari sulla piattaforma che è stata alla base della grandiosa manifestazione nazionale unitaria #FuturoalLavoro di sabato 9 febbraio a Roma, conclusasi con i comizi di Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo in Piazza San Giovanni.
I segretari generali territoriali Antonio Macchia (Cgil), Antonio Castellucci (Cisl), Antonio Licchello (Uil) ringraziano i circa 1.000 brindisini che con pullman ed auto private sono partiti dal capoluogo e dalla provincia venerdì sera u.s. alla volta di Roma, per essere presenti e visibili con bandiere e striscioni nel corteo ed in una piazza strapiena, dove le proposte sindacali sui temi lavoro, sviluppo, fisco, federalismo, pensioni, povertà, sanità, istruzione e conoscenza, pubblica amministrazione sono state ribadite, con la richiesta di incontro al Governo rivolta a nome di 12 milioni circa di associati ma finora negato.
La mobilitazione di Cgil Cisl Uil, continua, anche per l’intreccio esistente tra la vertenzialità nazionale e quella locale, che per quanto riguarda Brindisi considera obiettivi irrinunciabili il recupero dell’interlocuzione con l’Esecutivo Conte per la composizione di un Tavolo interistituzionale per lo sviluppo e l’occupazione aggiuntiva, nonché la necessità di interventi economici ed infrastrutturali materiali e immateriali che implementino nuova occupazione ed attualizzino la serie di potenzialità produttive – portualità, Zes, turismo, energia, farmaceutica, commercio, Pmi, cultura, formazione, agricoltura e agroindustria, ecc. – presenti nel territorio.

No Comments