May 29, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Peggio per noi !!!

… sembra lontanissimo … anni? … decenni? …
sono ricordi lontani confortanti, piacevoli …
quanti anni avevo? … non so …
il solo nominarlo mi riporta in una sorta di “come eravamo” … correva l’anno … che anno era? …
era l’età dell’innocenza e della spensieratezza …
nella città rivierasca più famosa del mondo …
tutti assieme appassionatamente … con sprezzo del pericolo … cantanti e coristi, presentatori e tecnici, ospiti e orchestrali, registi e pubblico …
a sputacchiare sullo stesso microfono …
ad abbracciarsi per gioia o per conforto …
e noi a casa sul divano con nutella o patatine …
o in pub e ristoranti …
nei bar e nelle pizzerie …
con maxi schermi degni di una finale di mondiale di calcio …
e la diretta fino a notte fonda …
tutti assieme abbracciati, avvinghiati, ammucchiati, stretti, vicini … era il settantesimo festival della canzone italiana …
tanto tanto tempo fa …
abbiamo commentato, sfottuto, criticato, chiacchierato, spettegolato … ci aveva presi , incantati, ipnotizzati …
Amadeus e Fiorello e Tiziano Ferro a farci sentire ancora giovani goliardi …
e Diletta Leotta a confortarci nel fatto che c’è sempre qualcuno più antipatico del più antipatico che conosciamo …
e la brava Rula Jebreal …
e Albano e Romina eterni …
e Sabrina Salerno miracolata dal dna …
che tempi …
in diretta dal Teatro Ariston …
il Festival di Sanremo … unico … immarcescibile …planetario … perfetto … ammaliante … irripetibile … inimitabile … assoluto … e profetico …
e noi? …
e noi, abbagliati da paillettes e lustrini, da outfit eccentrici e provocanti, da luci ed effetti speciali, non siamo stati capaci di ascoltare …
che stupidi …
se avessimo prestato più attenzione e non ci fossimo fatti prendere da vestiti lunghi e cosce al vento, da scollature vertiginose e maschietti ammiccanti, da lustrini e fronzoli …
se fossimo stati meno maliziosi, chiacchieroni, criticoni …
avremmo capito …
e non staremmo qui a piangere …
a porci domande senza avere le conseguenti risposte …(continua domani)

(questo pezzo è stato scritto con sottofondo di “Finchè la barca va” il giorno 29 marzo 2020 nel secondo mese di pandemia )

No Comments