July 12, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Per la settima giornata del girone di ritorno del campionato di C silver pugliese, la New Virtus Mesagne fa visita al Molfetta, seconda forza del torneo e praticamente imbattibile fra le mura amiche.

In settimana soliti problemi di formazione per coach Bray, che deve rinunciare a Gualano a causa dell’infortunio subito nella gara interna contro la Juve Trani ed costretto a forzare Crovace, se pur sofferente alla caviglia. La Virtus schiera in partenza Crovace, Pavlovic, Dekic, Trionfo e Risolo, mentre, dall’altra parte della lunetta, coach Corvino risponde con Baraschi, Comollo, Carrara, Hrkac e Morkeliunas.

Nel primo quarto i padroni di casa partono fortissimo e si portano sul 21-7 sfruttando l’ottimo inizio di Morkeliunas, sebbene la difesa mesagnese appaia più morbida del solito. Sul finire del tempo, Pavlovic e Dekic rendono più morbido il passivo, fermando il punteggio sul 21-12.

Nel secondo parziale, gli uomini di Bray chiudono meglio i varchi agli avanti biancoblu e riescono a trovare il canestro con maggiore tranquillità grazie soprattutto a Trionfo. Il tempino si chiude, tuttavia, sul 12-12 e lo svantaggio complessivo resta inalterato (33-24).

Al rientro dall’intervallo, il Molfetta scappa via quasi subito, imponendo ritmi non sostenibili al Mesagne, anche a causa della panchina corta che limita le rotazioni e appesantisce il minutaggio degli uomini chiave gialloblu. Il terzo quarto si chiude sul 58-43, mentre l’ultimo tempino consente ai padroni di casa di ritoccare ulteriormente il vantaggio, fissando il punteggio finale sul 75-56.

“La sconfitta è meritata”, ammette coach Bray. “Il Molfetta ha giocato decisamente meglio di noi, con più energia e con un ottima prestazione difensiva. Noi siamo stati penalizzati dall’assenza di Gualano e dalle condizioni precarie di Crovace, comunque in campo. Avevamo un po’ di stanchezza accumulata, dovuta agli straordinari ai quali ci siamo sottoposti per essere dove siamo adesso. Purtroppo ci è successo contro un avversario di categoria superiore, ulteriormente rinforzatosi con due elementi di assoluto valore come Galantino e Carrara”.

 

Molfetta-Mesagne 75-56 (21-12, 33-24, 58-43, 75-56).

Dai Optical Molfetta: Baraschi 4, Picca, Sancilio 3, Formosa 4, Orlando 2, Comollo 5, Carrara 4, Hrkac 14, Morkeliunas 26, Galantino 14. Allenatore: Corvino.

New Virtus Mesagne: Pavlovic 9, Gallo A, Dekic 12, Risolo 5, Orlandino 6, Tortorella 3, Brusa, Crovace 6, Gallo G. 3, Trionfo 12. Allenatore: Bray.

Arbitri: Calisi Francesco e Settembre Gaetano.

No Comments