January 24, 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha convocato per il prossimo 17 ottobre, a Roma, la Conferenza dei Servizi autorizzativa per il passaggio del metanodotto TAP.

 

Oltre ai comuni interessati al passaggio del TAP, che dovranno rilasciare il proprio parere – positivo o negativo – alla conformità urbanistica dell’opera, anche la Provincia di Brindisi è stata invitata a prender parte alla Conferenza dei Servizi.

 

Siamo convinti che il Presidente della Provincia, Maurizio Bruno, il quale qualche mese fa aveva dichiarato pubblicamente la propria contrarietà all’opera, debba portare a Roma le istanze dei cittadini salentini che si oppongono alla realizzazione del metanodotto.

 

Bene hanno fatto quei comuni (tra cui quello di Lecce) che hanno negato (o che si apprestano a negare) le variazioni urbanistiche richieste mantenendo la natura agricola dei terreni, impedendo quindi espropri e abbattimenti di ulivi previsti.

 

TAP è un’opera inutile perché non risponde ad esigenze reali legate all’approvvigionamento del gas (che in Italia e in Europa non manca!), bensì ad interessi economici e politici particolari e troppo poco trasparenti; il progetto di TAP, inoltre, stride con la promessa di maggiori investimenti nelle energie rinnovabili (unica via per l’Europa di raggiungere l’indipendenza energetica).

 

Per questo chiediamo al Presidente Bruno di unirsi alla battaglia portata avanti da tanti sindaci salentini in difesa del nostro territorio.
Siamo stanchi di subire scelte politiche poco lungimiranti, calate dall’alto e non condivise dalle popolazioni locali.

 

 

Mario Paiano
Segretario di Circolo
Partito della Rifondazione Comunista – Francavilla Fontana
<

No Comments