December 10, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Tra le varie iniziative che si stanno attuando in occasione del IV centenario della morte di San Lorenzo da Brindisi, ci allieta in modo speciale la presenza fra noi di padre Raniero Cantalamessa, cappuccino come il nostro S. Lorenzo. Padre Raniero, laureato in teologia a Friburgo e in lettere classiche, è stato professore ordinario di Storia delle origini cristiane e direttore del Dipartimento di scienze religiose dell’Università del Sacro Cuore di Milano. Nel 1980 è stato nominato da Giovanni Paolo II “Predicatore della Casa Pontificia” e confermato in tale carica da Benedetto XVI e poi dall’attuale pontefice Francesco. In questa veste tiene una meditazione ogni settimana, in Avvento e in Quaresima, in presenza del Papa, dei cardinali, vescovi, prelati e superiori generali di ordini religiosi. È stato spesso chiamato a parlare in molti paesi del mondo. Dal 1994 al 2009, ogni sabato sera ha tenuto su Rai Uno la rubrica di spiegazione del vangelo della domenica “Le ragioni della speranza”. Attualmente, per ragioni di età, raramente accetta inviti fuori Roma. Ma non ha voluto dire di no alla richiesta della nostra diocesi di venirci a parlare di S.Lorenzo, fermandosi a Brindisi per due giorni. Il Vicario Generale don Fabio Ciollaro, che sta coordinando le varie iniziative per l’Anno Laurenziano, ha pregato padre Cantalamessa di individuare lui stesso il tema più adatto, ed è stata una gioia ricevere comunicazione che la relazione si incentrerà sul tema: “ Il messaggio di S.Lorenzo da Brindisi all’Europa e alla Chiesa di oggi”. S.Lorenzo, infatti, è rimasto sempre legato a Brindisi, ma la sua vita è stata molto movimentata per incarichi ecclesiali e missioni diplomatiche che lo hanno fatto camminare molto lungo le strade d’Europa. Sarà davvero interessante comprendere quale messaggio possa provenire dalla sua biografia all’Europa e alla Chiesa del nostro tempo.

Sabato 4 maggio alle ore 17 padre Raniero parlerà nella chiesa di S.Paolo eremita, da poco restaurata, accanto al convento dove S.Lorenzo studiò da ragazzo fino all’età di 14 anni. La chiesa è abbastanza grande, ma se l’affluenza dovesse essere maggiore, con l’amministratore parrocchiale dell’unità pastorale del Centro don Mimmo Roma si sta pensando a maxischermi e sedie da collocare all’esterno. Alle ore 16,00 si potrà cominciare a prendere posto. Alle 16,30 ci sarà un breve momento di concerto/preghiera animato dai fratelli del “Rinnovamento nello Spirito”, a cura del prof. Andrea La Palma, fino all’orario della relazione. La mattina seguente, domenica 5 maggio, padre Raniero celebrerà la S.Messa alle ore 9,30 nel santuario di S.Maria degli Angeli, che S.Lorenzo fece costruire in onore della Madonna sul suolo della sua casa paterna, proprio nel cuore della nostra città, aiutato da vari benefattori, e principalmente dal duca di Baviera. Nei giorni della sua permanenza a Brindisi padre Cantalamessa, da buon francescano, ha preferito dimorare nel convento dei cappuccini al quartiere Casale, ospite di padre Francesco Rutigliano e degli altri frati della parrocchia Ave Maris Stella. Nel pomeriggio della domenica farà ritorno a Roma.

No Comments