May 25, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

In data 17 ottobre u.s., si è tenuta una riunione tra le OO.SS. e gli Assessori Regionali, con deleghe rispettivamente al Lavoro e alle Politiche della salute, sui problemi della “Sanitaservice” al centro di diverse azioni di lotta sindacale e scioperi. L’ultimo è stato quello del 22 settembre u.s., proclamato dalla FP CGIL, che ha determinato l’adesione pari all’80% del personale. Sciopero che sarà ribadito anche il 24 ottobre p.v.

 

Sul tavolo, quindi, le ragioni che hanno determinato tale dura vertenza.

 

Innanzitutto, si è chiesto la immediata internalizzazione sia per gli addetti al pulimento sia per quanto concerne il CUP (centro Unico di prenotazione). Nello specifico, per il CUP la FP CGIL ha chiesto che vengano assunti, oltre ai lavoratori in servizio a tempo indeterminato, anche quelli con contratti interinali, i quali prestano servizio da più anni. A tal fine, la Regione ha convocato la “task force”, composta da eccellenti giuslavoristi, per esprimersi nel merito del problema, dando finalmente parere favorevole alla stabilizzazione anche dei Lavoratori interinali.           Ora si aspetta solo che la Direzione Generale proceda anche alla stabilizzazione di questi lavoratori.

 

Si è chiesto anche l’attivazione urgente di un tavolo per affrontare il grave problema dell’errato inquadramento del personale contrattualizzato in sanitaservice, che lavorava alle dipendenze della ASL BR da oltre 10 anni- per il tramite di società esterne cui veniva affidato l’appalto -, ovvero non si è dato seguito alla continuità dell’impiego, non adottando una corretta applicazione della clausola sociale, in termini professionali, giuridici ed economici.

 

Per converso ha assunto tutti i dipendenti con l’inquadramento minimo e non riconoscendo , ad oggi, oltretutto, alcuna progressione orizzontale. Anche su tale tema l’Assessore ha chiarito che a breve ci sarà uno specifico incontro.

Altro punto trattato è l’aumento delle ore di tutto il personale “sanitaservice” che ha con contratto di lavoro part – time.

 

Infine, si è espressamente chiesto di risolvere con immediatezza la riconversione di alcuni contratti di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato, con riferimento ai Lavoratori del Data Entry, Progetto Screening e i Lavoratori interinali del CUP che verranno internalizzati.

 

Resta inteso che la Funzione Pubblica non arretra di un millesimo rispetto alla vertenza in atto, a cominciare dallo sciopero proclamato per il 24 ottobre 2014, fino a quando non saranno stati riconosciuti tutti i diritti dei Lavoratori oggetto dell’attuale scontro in Azienda.

 

COMUNICATO STAMPA FP CGIL

 

No Comments