January 20, 2020

Print Friendly, PDF & Email

L’iniziativa nasce da un’idea di Enza Pagliara e viene promossa da Pro Loco Torchiarolo in collaborazione con Istituto Comprensivo Statale “Valesium” di Torchiarolo, con il patrocinio del Comune di Torchiarolo, con la partecipazione e collaborazione di Cantieri musicali NAUNA, Arci Brindisi, Unicef Brindisi e grazie allo sponsor FARM Infissi.

Il 18 dicembre è anche la Giornata Internazionale dei Migranti, occasione per sconfiggere i pregiudizi e conoscere le dinamiche delle migrazioni.

 

Il tema della Giornata di quest’anno è “Migrazioni sicure in un mondo in movimento”. Le migrazioni sono una realtà inevitabile, motivate da numerose ragioni: studiare all’estero, raggiungere familiari, cercare un lavoro, assicurare un futuro migliore ai propri figli. Altri lasciano il proprio Paese per fuggire da criminalità, violenza, conflitti, persecuzioni, insicurezza, discriminazione, catastrofi naturali, degradi ambientali, povertà.

 

Aveva 14 anni e veniva dal Mali il bambino naufragato nel Mar Mediterraneo a cui la pietra d’inciampo è dedicata. Il suo viaggio è finito il 18 aprile 2015, la notte in cui il suo barcone è affondato nel Canale di Sicilia. Mille morti, il più grande naufragio civile avvenuto nel Mediterraneo nella storia del dopoguerra.

 

La cerimonia di posa della pietra d’inciampo, prevista il 18 dicembre 2019 alle ore 12:00 presso il plesso scolastico di via Lo Marchese, è solo l’inizio di un percorso già avviato con gli studenti dell’I.C. Valesium di Torchiarolo, grazie al laboratorio condotto dagli operatori del Progetto SIPROIMI (Sistema di Protezione per Titolari di Protezione Internazionale e Minori Stranieri Non Accompagnati) “San Pietro Accoglie” a cui hanno preso parte diverse classi della scuola secondaria di primo grado.

 

 

No Comments