July 3, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Sono molti i dubbi e le domande che ci poniamo ad oggi in merito alla ripartenze di molte attività lavorative, già avvenute o previste, e, sicuramente, uno degli ambiti che più necessita di questa rimodulazione è il settore dei servizi per la ristorazione (ristoranti, pub, bar, street food..), che ha maggiormente subito i negativi riflessi del periodo di lockdown, appena trascorso.

A questo proposito, c’è stato un incontro presso il ristorante Xfood di San Vito dei Normanni, cui hanno preso parte diversi rappresentanti locali della categoria, per far luce sulle nuove disposizioni anti Covid-19, relativamente all’ultimo DPCM, in materia di sicurezza sanitaria nei locali pubblici.

L’incontro, che ha avuto luogo il 27 maggio e che ha visto la partecipazione di esperti come la Dr.ssa Rosangela Piccigallo, consulente HCCP, il Direttore Sian, Servizio Igiene degli Alimenti e Nutrizione, Dott.ssa Simini, e il Dr. Francesco Ardone, tecnico della prevenzione, è stato fondamentale per individuare le criticità tipiche del settore e rimodulare le misure contenitive del virus nella riorganizzazione del lavoro e soprattutto nella gestione della clientela.

Si è discusso in particolare dei criteri guida delle misure di contenimento e diffusione del virus che devono essere adottate all’interno dei locali, dove diviene indispensabile garantire l’adeguato distanziamento interpersonale, l’aerazione dell’ambiente e alcune condotte specifiche, fondamentali per garantire la sicurezza di ognuno, pensiero unitario degli esercenti presenti all’incontro, con l’auspicio che si possa proseguire al meglio, preservando al tempo stesso le caratteristiche di convivialità e di peculiarità dell’offerta enogastronomica di ognuno.

A tal fine, il comitato spontaneo degli operatori locali del settore dei servizi alla ristorazione, si impegnerà nei prossimi giorni, grazie alla disponibilità espressa dal comandante della Compagnia dei Carabinieri di San Vito dei Normanni, Antonio Corvino, a sostenere un ulteriore incontro con le forze dell’ordine preposte ai controlli anti Covid-19.

Tutto questo per far sì che all’interno dei nostri locali la clientela ritrovi un clima familiare e sicuro, e che viva un’esperienza all’insegna del relax e della tranquillità, e non del timore che ci ha accompagnati nei mesi scorsi, e che, ci auspichiamo, possa restere solo un l

No Comments