November 30, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Lunedì 4 novembre la Città di Francavilla Fontana parteciperà ai festeggiamenti in onore delle Forze Armate con una manifestazione a cura dell’Amministrazione Comunale.

Alle 9.00 le autorità civili e militari, le associazioni, le studentesse e gli studenti degli istituti cittadini, si ritroveranno a Castello Imperiali da dove partiranno in corteo verso la Basilica Minore Maria Santissima del Rosario. Dopo la funzione religiosa in memoria dei caduti nell’adempimento del proprio dovere, il corteo si sposterà verso il Monumento ai Caduti, dove avrà inizio la solenne cerimonia civile aperta dal rito dell’alzabandiera e dall’esecuzione dell’inno nazionale.

Il cerimoniale prevede in apertura la deposizione di una corona d’alloro e l’accensione del tripode. A seguire alcuni studenti dell’ITST Fermi declameranno una lettera di un soldato al fronte.

Gli interventi istituzionali saranno a cura del Ten.Col. Osvaldo Regina e del Sindaco Antonello Denuzzo.

La manifestazione si chiuderà con l’esecuzione dell’inno nazionale.

L’Amministrazione Comunale di Mesagne, in collaborazione con l’associazione nazionale Combattenti e Reduci sezione locale “Gen. G. Messe”, organizza le celebrazioni per domani, lunedì 4 Novembre, giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate.
“Ricorre quest’anno il centenario della ricorrenza, istituita nel 1919, a un anno dal 4 novembre 1918, data che segnò la fine della Grande Guerra. In questo giorno preme ricordare tutti coloro che, anche giovanissimi, sacrificarono la vita mossi da ideali che consentirono di completare il processo di unificazione nazionale”, così il presidente del Consiglio comunale, Omar Ture, annuncia le iniziative. Il programma prevede il raduno alle ore 9.15 in piazza Orsini del Balzo con studenti, autorità, militari e associazioni. E’ previsto alle ore 9.30 l’arrivo a Palazzo di città per il classico cerimoniale: la deposizione della corona di alloro, l’alzabandiera e l’onore ai caduti, i saluti delle autorità, la consegna degli attestati ai militari mesagnesi reduci della seconda Guerra mondiale e ai familiari dei caduti. “Il bilancio drammatico del primo conflitto mondiale è un monito da tenere vivo con la memoria e il ricordo delle vittime, coltivando nelle giovani generazioni il principio costituzionale del “ripudio della guerra” come valore da promuovere sempre in favore della pace, della democrazia e della libertà”, ha commentato il sindaco Toni Matarrelli. Nel chiostro del Comune, verrà inaugurata la mostra di cimeli di guerra che resterà aperta al pubblico nelle giornate del 4 e del 5 novembre. Alle 10.30 il corteo partirà per raggiungere il Cimitero comunale dove verrà celebrata la santa messa innanzi al Monumento ai Caduti. L’Amministrazione invita i cittadini a prendere parte alle celebrazioni e a esporre il tricolore.

No Comments