April 15, 2024

Brundisium.net

Antonello Denuzzo, Sindaco di Francavilla Fontana, ha disposto con apposita Ordinanza il divieto di utilizzo sul territorio comunale di fuochi d’artificio, petardi, “botti”, artifici pirotecnici di qualsiasi genere e tipo, compresi quelli ad effetto illuminante.

Secondo i dati forniti dalla Polizia di Stato sul territorio nazionale nella sola notte dello scorso Capodanno si sono registrati 180 feriti con 48 ricoveri.

Lo scopo del provvedimento è quello di tutelare l’incolumità pubblica e la serenità della cittadinanza. I trasgressori incorreranno in sanzioni amministrative sino a 500 euro.

L’Ordinanza, che è consultabile sul sito internet istituzionale, è valida sino a lunedì 8 gennaio.

 

Anche il Sindaco di San Michele Salentino, Giovanni Allegrini, ha emesso una ordinanza per regolare l’uso di fuochi e materiali esplodenti nel territorio comunale durante le festività natalizie.

Dal 28 dicembre 2023 al 06 gennaio 2024, è vietato sparare qualsiasi tipo di fuoco in luogo pubblico. L’ordinanza estende il divieto di utilizzare o portare materiali esplodenti, accendere fuochi, far esplodere petardi, castagnole e simili in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

L’inosservanza di tali divieti comporterà sanzioni amministrative pecuniarie da € 25,00 a € 500,00, ai sensi dell’art. 7 bis del D. Lgs. 267/2000. L’organo accertatore sarà autorizzato al sequestro con finalità di confisca dei materiali in questione.

La Polizia Locale e tutte le Forze di Polizia sono incaricate di garantire il rispetto delle norme stabilite. Questa misura è stata adottata in considerazione delle pericolose abitudini festive che coinvolgono l’accensione di spari e fuochi pirotecnici con ordigni di libera vendita.

Il Sindaco ha sottolineato che tali pratiche annuali comportano conseguenze dannose per l’incolumità pubblica, incidendo sulla sicurezza urbana e causando danni a persone, animali e al patrimonio. Particolare attenzione è stata posta alla tutela dei minori, considerati a maggiore rischio, senza trascurare le implicazioni negative per gli animali domestici e selvatici.

Il Comune si impegna a garantire un clima festivo sicuro e responsabile per tutti i cittadini, invitando alla collaborazione per evitare situazioni pericolose durante le celebrazioni natalizie.

 

Anche Fasano dice No a petardi mortaretti e artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico in luogo pubblico o di uso pubblico e nei luoghi privati da cui possano essere raggiunte o interessate direttamente aree e spazi ad uso pubblico. Raccomandazioni ai genitori di vigilare sul corretto uso di fuochi pirotecnici nei luoghi privati, sul rispetto delle istruzioni e per evitare che i minori raccolgano ordigni inesplosi e ai proprietari degli animali da affezione di attivarsi affinché il disagio degli animali determinato dagli scoppi non causi danni alle persone e agli stessi animali.

Con ordinanza n. 14 del 29 dicembre 2023 il sindaco Francesco Zaccaria ha disposto il divieto di scoppi di petardi e simili fino al 7 gennaio.

Inoltre, si dispone particolare vigilanza per contrastare la vendita dei materiali suddetti non conformi a quanto previsto dal D. Lgs. 58/2010 (con particolare riferimento all’art. 5, che definisce i vincoli per la vendita ai minori) e il loro uso non conforme a quanto disposto nella presente ordinanza per tutto il periodo suddetto.

«In coincidenza con il Capodanno anche la Città di Fasano è per consuetudine teatro di molteplici scoppi di petardi, mortaretti e artifici similari, nonché di fuochi pirotecnici di libera vendita, concentrati in particolare nella notte di Capodanno, nei minuti dopo la mezzanotte ma anche nei giorni immediatamente precedenti e successivi al 1° gennaio – dice il primo cittadino –. Tale pratica, anche a causa del volume di forza esplodente che viene liberato dalla contemporaneità degli scoppi, rischia di produrre danni o lesioni alle persone, anche gravi e gravissimi, provocati dall’uso improprio o dal malfunzionamento degli ordigni, oltre ad effetti traumatici agli animali a causa del panico da rumore. Episodi gravi possono verificarsi dall’utilizzo anche di ordigni illegali e dall’uso di armi da fuoco che, nella generale concitazione e confusione, vengono usati approfittando della difficoltà di distinguere fra spari legali e spari illegali».

Per questo il sindaco fa appello al senso di responsabilità dei fasanesi per evitare incidenti: «A tutti chiedo di fare attenzione a tutela di ciascuno di noi e in particolare dei più piccoli e dei nostri amici a quattro zampe su cui le conseguenze causate dai botti possono essere molto pesanti e possono provocare lesioni fisiche e ferite gravi. Raccomando prudenza e attenzione affinché un momento di festa non diventi pericoloso e soprattutto non crei situazioni gravi e spiacevoli come purtroppo spesso è accaduto negli anni scorsi».

 

Dal 30 dicembre 2023 al 6 gennaio 2024 compreso, nel territorio di Brindisi, al di fuori degli spettacoli di professionisti autorizzati di cui all’art. 4 del D.Lgs. 29 luglio 2015 n. 123, nei luoghi pubblici o anche in luoghi privati se in tale ultima ipotesi vi siano ricadute degli effetti pirotecnici su luoghi pubblici e su luoghi provati di proprietà di terzi:
1. il divieto assoluto di usare materiale esplodente, fuochi artificiali, petardi, botti, razzi e simili, ancorché di libera vendita, e in genere gli artifici contenenti miscele detonanti ed esplodenti, ascrivibili alle categorie F2 e F3, di cui all’art. 3 del D.Lgs. 29 luglio 2015 n. 123 e comunque dei cosiddetti “fuochi di libera vendita” o “declassificati” che abbiano effetto, semplice o in combinazione con altri, di scoppio, crepitante e fischiante, che abbiano massa attiva (NEC) superiore a mg.150, esclusi i prodotti del tipo petardini da ballo della categoria F1 di cui allegato I, punto 5, lettera A), numero 1), lettera a) punto IV del decreto sopra citato;
2. il divieto di utilizzo di fuochi pirotecnici, non posti in libera vendita, nei luoghi provati, senza la licenza di cui all’art. 57 TULPS;
3. il divieto di impiego di articoli pirotecnici teatrali e di altri articoli pirotecnici per scopi diversi da quelli di cui gli articoli stessi sono espressamente destinati

No Comments