July 13, 2024

Brundisium.net

Ha un nome l’autore del duplice omicidio di Tonino Calò e Caterina Martucci, i coniugi trucidati a fucilate nella loro casa di Serranova il 1 marzo scorso: è Cosimo Calò, ultraottantenne fratello della vittima, che oggi ha confessato l’omicidio.

Secondo le prime indiscrezioni, il movente dell’omicidio sarebbe prettamente economico e riguarderebbe oltre 100mila euro tra eredità ed il possesso di terreni.

A rinvenire i corpi delle vittime era stato l’altro fratello di Tonino, Carmelo, il quale, non avendo ricevuto risposta telefonica, aveva raggiunto l’abitazione dei poveri coniugi ed allertato i Carabinieri dopo aver fatto la macabra scoperta dei cadaveri.

Nonostante lo stretto riserbo degli inquirenti, la pista di dissidi legati all’eredità era stata battuta sin da subito. Pare, infatti, che le questioni sia sorte quando il fratello Angelo Calò ha lasciato in eredità Tonino Calò e Caterina Martucci un’abitazione nelle vicinanze.

No Comments