August 15, 2022

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

È su tutte le piattaforme digitali “Male Male Male”, ottavo singolo dell’artista mesagnese Ignazio Deg. A poco meno di un anno dal successo di “Come sale” nel quale affronta il tema dell’omofobia, il poliedrico cantautore salentino torna sulla scena con un mood diversamente malinconico per raccontare la storia di un uomo che ha deciso di liberarsi dalle sue dipendenze, da ciò che fa male, da tutto quello che di tossico lo circonda. Compito tutt’altro che semplice perché istigato ogni giorno dal bene che fa male.
“Male Male Male” è stato composto a quattro mani insieme all’eclettico Cristiano Cosa, cantautore tarantino che nel 2016 ribaltò, con le sue performances live, il serale del premiatissimo format televisivo di “Amici” di Maria De Filippi. Il nuovo brando di Ignazio Deg esplode in un beat dinamico con sonorità elettroniche e ricercate che scatenano letteralmente la voglia di ballare. Beat e arrangiamento sono stata realizzati dal noto produttore Max Calo.

Insieme al brano fuori anche il videoclip che l’artista mesagnese ha voluto affidare, ancora una volta, alla Monkey Studio e all’eclettico Diego Colucci; una scelta che ha dato subito i suoi frutti vista l’incredibile impennata di views registrate in soli due giorni. Nel classico Monkey Style, il video è pieno di sorprese: il protagonista viene letteralmente sequestrato dalla sua coscienza che lo obbliga alla riflessione attraverso un susseguirsi continuo di flashback che hanno lo scopo di porre l’attenzione sulla coniugazione dei peccati e sulla facilità con la quale li stessi diventino abitudine e quindi diano dipendenza. Diego Colucci riesce a stupire ancora una volta cimentandosi nel difficile compito di raccontare il vizio, anche quello più proibito, senza mai risultare scontato e soprattutto volgare. Il modo di mettere in scena la storia di “Ignazio Deg” da parte del creativo della Monkey Studio, celebra la realtà senza fronzoli, raccontata nuda e cruda, e conquista l’occhio dell’osservatore più attento che viene travolto dalle metafore e dai messaggi subliminali che Diego ama inserire nelle sue produzioni. Il videoclip è stato girato in diverse location comprese nella zona tra Mesagne e Brindisi e ha visto la partecipazione di centinaia di comparse provenienti da tutta la Puglia. Una chicca la splendida e coinvolgente coreografia inserita tra le immagini della clip, curata dal maestro Vito Alfarano della AlphaZTL Compagnia d’Arte Dinamica di Brindisi e dal coreografo cegliese Francesco Biasi.

Video:

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com