October 3, 2022

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Oggi, nella Sala di rappresentanza del Palazzo municipale di Fasano, in un’apposita conferenza stampa è stato presentato il passaggio di competenze dirigenziali deciso dall’Amministrazione comunale e decretato dal sindaco Lello Di Bari, fra Fernando Virgilio che, da oggi, assume l’incarico di comandante della Polizia municipale e di dirigente dello stesso settore, e Giuseppe Carparelli (comandante dei vigili urbani fino a ieri) che assume la direzione dei Servizi generali detenuta fino a ieri dallo stesso Virgilio.

Vi è da sottolineare che l’Amministrazione comunale ha rimodulato le collocazioni dei vari settori all’interno delle due direzioni in questione. In particolare, ai Servizi generali sono stati altresì annessi le Attività produttive, dunque le funzioni in materia di Suap (Sportello unico delle attività produttive), Agricoltura, Commercio, Artigianato, Strutture Ricettizie. Invece, per garantire la continuità del lavoro già impostato dal dirigente Virgilio, alla direzione Polizia locale e Sicurezza urbana sono stati annessi i settori Servizi demografici, Sistemi informativi, Turismo, Cultura, Sport, Spettacoli, Sito web (che, fino a ieri, appartenevano alla direzione Servizi generali).
Il riassetto delle singole competenze settoriali, una sorta di spacchettamento interno delle due direzioni Servizi generali e Polizia locale «è stato definito  nell’ottica di una migliore operatività – ha affermato il sindaco Di Bari – anche nella considerazione che il cosiddetto “passaggio di berretto” rientra nella rotazione dei dirigenti, stabilita dalla nuova normativa vigente. L’avvicendamento negli incarichi è certamente finalizzato pure a motivare di più i dirigenti e sono certo che le mie aspettative non andranno deluse.
Ringrazio Virgilio e Carparelli per il lavoro professionale fin qui profuso – ha sottolineato il sindaco – e credo che con Virgilio diamo quella stabilità al vertice della Polizia locale che da molti anni manca, ossia dalla scomparsa precoce del comandante Spalluto. Di Carparelli conosciamo le doti e le capacità, sin da quando gli conferimmo l’incarico di presidente del Consorzio agroalimentare in un momento difficilissimo che riuscì brillantemente a superare. Auguri di buon lavoro a tutti e due». Gli auguri di buon lavoro sono stati anche formulati dagli assessori Vito Martucci, Laura De Mola, Donato Ammirabile, Nicola Mola, e dal presidente del Consiglio comunale Gianluca Cisternino, presenti in conferenza stampa. Invece, il vicesindaco Gianleo Moncalvo ha parlato «di piccola rivoluzione burocratica che abbiamo deciso con questo spacchettamento interno alle due direzioni dei Servizi generali e della Polizia locale, giacché anche molti funzionari e dipendenti andranno a ricollocarsi diversamente e, dunque, si misureranno con nuove competenze.
Il dott. Carparelli, col quale abbiamo collaborato attivamente, lui da comandante ed io da assessore alla Polizia locale – ha sottolineato Moncalvo – ha raggiunto tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati nel 2013 e sono certo che nella sua nuova veste opererà al meglio, con l’auspicio che si riesca a creare un unico ufficio aperto al pubblico ed alle imprese per le varie istanze; mi riferisco alla possibilità di unificazione dell’Urp e del Suap». Il dirigente Carparelli ha voluto ringraziare sindaco ed assessori per «le belle parole rivoltemi. Ho, comunque, trovato all’interno del Corpo gente preparata, pur in presenza di qualche difficoltà e problematica insorte. Non mi sono risparmiato in quest’ultimo anno e mezzo, stando al servizio della città».

Il dirigente Virgilio, nelle sue vesti di nuovo comandante della Polizia municipale, ha annunciato «che, nonostante il gruppo dei vigili urbani sia non numeroso, faremo in modo di farci vedere di più dalla gente. Staremo in strada, a cominciare da me stesso, a rispondere alle esigenze dei cittadini; staremo ad ogni angolo della città, perché il vigile urbano è il biglietto da visita di un territorio e deve presentarsi al meglio; deve dare al suo lavoro correttezza, trasparenza, lealtà, competenza. Dobbiamo farci volere bene dai cittadini – ha aggiunto Virgilio – e questo sarà possibile se opereremo all’insegna della qualità del servizio che offriremo. Voglio un forte spirito di Corpo, perché anche in pochi, pur motivati e professionali, possiamo rispondere ai bisogni della città ed ai nostri specifici compiti. Se qualcuno dei vigili lascerà la sua mansione per entrare nel settore amministrativo, poiché le sue motivazioni da vigile si sono sbiadite – ha detto Virgilio in risposta ad una domanda proveniente dalla stampa presente in Sala – non dobbiamo preoccuparci, vorrà dire che faranno bene nei settori dove saranno ricollocati. Pur in tre vigili potremmo rispondere ai bisogni di Fasano, se si operasse all’insegna di un fortissimo spirito di Corpo. Perché, non “si molla mai” – ha concluso il nuovo comandante della Polizia locale».

Alla fine della conferenza stampa, il sindaco ha chiesto che il luogotenente Nuccio Saladino (il quale andrà in pensione alla fine di quest’anno) leggesse la “Preghiera del vigile urbano” che è stata sottoscritta, alla fine della lettura, dallo stesso primo cittadino, dagli assessori presenti, dal presidente del Consiglio comunale e dai due dirigenti Carparelli e Virgilio.

COMUNICATO STAMPA AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI FASANO

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com