July 17, 2024

Brundisium.net

Mentre i grandi della terra banchettano lavoratrici e lavoratori sono costretti a presidiare i centri nevralgici in condizioni inaccettabili.
Una gravissima mancanza di rispetto nei confronti di chi deve garantire la nostra sicurezza e rappresentare degnamente le Istituzioni sul territorio.
La Funzione Pubblica CGIL Brindisi ha più volte lanciato allarmi sulla mancanza di organizzazione che sta investendo chi sta lavorando, tra l’altro obbligatoriamente e senza che sia previsto nessun ristoro aggiuntivo per lo sforzo richiesto, uno sforzo immane a cui vengono chiamate lavoratrici e lavoratori.
Sono evidenti ed impattanti le immagini dei Vigili del Fuoco accampati in campagna con mezzi di fortuna e con vitto insufficiente per affrontare le lunghe ore sotto il sole, per cui inoltre non si trova il tempo e nemmeno si trovano le risorse per garantire alloggi dignitosi e una logistica decente, visto che per dormire sono state allestite delle tende nel Garage del Comando VVF di Brindisi. Questo è il trattamento che il Governo riserva agli appartenenti al Corpo dei VVF che molto spesso vengono definiti “eroi”!
La nave per la Polizia con servizi igienici rotti ed alloggi sporchi è stata appena sequestrata, una spesa enorme per alloggi che non possono essere utilizzati e che costringerlo le forze dell’ordine a cercare alloggio in questi giorni, chissà che non vi siano camere libere a Borgo Egnazia.
Ma di soldi ne sono stati spesi tanti in questi mesi per far bello il territorio, emblematico è quanto fatto per la città di Brindisi, solo dove passeranno le auto dei potenti si è asfaltato, mentre il resto della città versa nell’ incuria come sempre, la classica polvere sotto il tappeto insomma.
Intanto a cittadine e cittadini si chiede di restare barricati in casa mentre i Potenti passano la giornata nel Castello Svevo, Castello in cui solo in poche occasioni è permesso entrare alla popolazione.
Chi doveva prestare la propria attività lavorativa in questa giornata, nella cosiddetta zona rossa, per non disturbare è rimasto a casa, alcuni pubblici uffici hanno previsto lo Smart Working ma il resto ha pensato bene di far prendere permessi personali ai dipendenti, non sia mai che il Governo pensasse a chi in questi giorni ha lavorato affinchè il tutto fosse organizzato, con il suo lavoro negli uffici, uffici con carenze di organico importanti è bene ribadirlo.
Niente è stato pensato per la Polizia Locale ad esempio, a Fasano insieme a colleghe e colleghi di tutta la Provincia, avevamo chiesto al Commissario Straordinario di prevedere una premialità per chi affronterà il servizio H24 a Fasano in questa settimana, hanno risposto con ragioni di servizio, per coloro che garantiranno con le altre forze dell’ordine la sicurezza del territorio non è previsto nulla neanche un pasto aggiuntivo.
Anche in Aeroporto tutti chiamati a fare Tour de Force con orari impossibili, per presidiare pochi sbarchi eccellenti visto che per il resto sarà No Fly Zone.
Confidiamo che vada tutto bene e che non ci siano problematiche perché altrimenti il piano per affrontate l’emergenza a livello sanitario non prevede che qualche barella in più in pronto soccorso e l’attivazione di centralini d’emergenza, in un sistema sanitario locale già al collasso per la carenza di personale i precari non sono stati stabilizzati e qualche innesto non avverrà prima di fine anno, ma si pensa a tener da parte i mezzi buoni del 118, lasciando in giro ambulanze con problemi alle pedane, si pensi che per averne una in più efficiente per il G7 si è messo a rischio l’utenza, per valutazioni di chi senza alcun titolo si erge a decisore e di cui pìù volte sono stati segnalati alla Direzione comportamenti impropri, in questo marasma succede anche questo, in questo contesto, ritornano anche le associazioni di soccorso con surplus di spesa.
È necessaria una riflessione affinché quanto sta accadendo sia uno stimolo per risolvere le problematiche che persisteranno anche dopo il G7.
Come Funzione Pubblica CGIL Brindisi, parteciperemo al Contro Forum G7 di Fasano del 14 giugno con CGIL Puglia e CGIL Brindisi per portare all’attenzione la mancanza di rispetto verso lavoratrici e lavoratori, già più volte denunciata insieme alla Funzione Pubblica CGIL Puglia.

Luciano Quarta
Segretario Generale Funzione Pubblica CGIL Brindisi

No Comments