December 6, 2023

Brundisium.net

La “Giornata Nazionale degli Alberi”, fissata per il 21 novembre ed istituita con Legge n. 10 del 2013, è ormai un appuntamento consolidato anche a Brindisi, laddove le scolaresche partecipano attivamente nel piantumare in aree pubbliche degli alberelli messi a disposizione dai reparti per la Biodiversità dei Carabinieri Forestali e dall’ Agenzia Regionale per le Risorse Irrigue e Forestali (ARIF).

A Brindisi, quest’ anno, sarà la volta dell’ Istituto Comprensivo “Casale”, già partecipe lo scorso anno insieme all’ I.C. “Santa Chiara” (con cerimonia presso il parco pubblico dell’ ex Collegio Navale “Niccolò Tommaseo”), ad aprire le sue aule ai Forestali, che svolgeranno incontri sul tema della legalità ambientale alle scolaresche della Scuola Primaria e Secondaria di 1° Grado (nel plesso “J.F. Kennedy”), e a seguire il “clou” della piantumazione, in piazzole messe a disposizione dalla stessa scuola, nel plesso “Marinaio d’ Italia”, alle ore 10,30.

Altre cerimonie con i Carabinieri Forestali sono programmate anche nei centri della provincia, come all’ Istituto Comprensivo “Monaco-Fermi” di Oria, all’ I.C. “Palazzo” di Ceglie Messapica, al Circolo Didattico “Pessina-Vitale” di Ostuni, nonché nel centro di Latiano, a cura dell’ Amministrazione Comunale, che ha individuato un’ area alla periferia della cittadina per la sistemazione a verde.

E’ da rimarcare come la legge 10/2013 riponga la massima attenzione nella cultura della tutela della biodiversità, raccomandando che nella giornata celebrativa degli alberi vengano privilegiate specie della flora autoctona. La provincia di Brindisi, pur essendo la più povera d’ Italia in termini di superficie boscata relativa, presenta tuttavia alcuni “gioielli di biodiversità”, anche a pochi chilometri dal capoluogo, come i boschi di quercia da sughera di Santa Teresa, di Preti e dei Lucci, unici in tutto il versante adriatico della penisola.

Questi sono tutelati come Parchi Regionali Riserve Naturali Regionali, al pari dei boschi di Cerano e delle Saline di Punta della Contessa, e delle zone umide delle Dune Costiere nei comuni di Fasano e Ostuni. Oltre, naturalmente, a Torre Guaceto, Riserva Naturale Statale e igrotopo tutelato dalla Convenzione internazionale di Ramsar del 1971.

I Carabinieri Forestali raccolgono ben volentieri gli inviti degli istituti scolastici a partecipare ad incontri di sensibilizzazione alla legalità ambientale, il più efficace investimento per un maggior rispetto presente e futuro degli ecosistemi del pianeta, e sono sempre disponibili anche ad intervenire ad uscite di istruzione in aree naturali insieme alle scolaresche e, all’ occorrenza, ad aprire alle stesse delle proprie strutture per visite didattiche.

No Comments