October 26, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Si è tenuta oggi lunedì 20 luglio a Brindisi presso Palazzo Guerrieri, alla presenza del Sindaco Riccardo Rossi e dell’Assessore Roberto Covolo, del Presidente del DiTNE prof.ing. Arturo de Risi e della dott.ssa Vincenza Luprano dell’ENEA, l’inaugurazione dell’HUB previsto dal progetto “REEHUB – Regional Energy Efficiency HUB” sostenuto dall’Unione Europea nell’ambito del Programma Interreg Italia-Albania-Montenegro.

L’efficienza energetica, la cui diffusione è l’obiettivo prioritario del progetto, viene descritta da tempo come la più grande risorsa energetica dell’Unione Europea, nonché uno dei modi più economici per aumentare la sicurezza del proprio approvvigionamento energetico riducendo, nel contempo, le emissioni di gas a effetto serra e altri inquinanti.

Il progetto “REEHUB – Regional Energy Efficiency HUB” viene, nello specifico, implementato nei territori dell’Albania e del Montenegro e, per la parte italiana, della Regione Puglia e del Molise.
In particolare, i partner del progetto REEHUB sono:
· il Ministero delle Infrastrutture e dell’Energia albanese;
· l’Istituto Barleti per la ricerca e lo sviluppo (BIRD) di Tirana;
· l’ENEA – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile;
· il DiTNE (Distretto Tecnologico Nazionale sull’Energia), con sede presso la Cittadella della Ricerca di Brindisi in Puglia;
· il Comune di Agnone in Molise;
· l’Università del Montenegro di Podgorica.

Uno degli assi prioritari individuati nello sviluppo del progetto riguarda il settore dell’edilizia, in particolare gli edifici pubblici, il più grande settore di consumo energetico nell’economia, con oltre un terzo di tutta l’energia e metà dell’elettricità consumata a livello mondiale.

Come previsto nell’ambito del progetto REEHUB è stato allestito in questi mesi di attività l’HUB pugliese presso Palazzo Guerrieri, edificio pubblico messo a disposizione dal Comune di Brindisi: tale struttura sarà connessa con gli altri HUB realizzati nelle varie Regioni coinvolte costituendo una rete grazie alla quale verranno organizzate azioni di capacity building, corsi/seminari e saranno raccolti materiali didattici per la verifica dell’efficienza energetica nel settore dell’edilizia.

Gli HUB diventeranno quindi un luogo di incontro in cui i responsabili delle politiche locali dei Paesi coinvolti potranno avere un dialogo aperto con la cittadinanza, l’industria dei materiali da costruzione, i progettisti e le PMI “verdi”.

No Comments