May 19, 2024

Brundisium.net

Un recente studio inglese ha rilevato che un rapporto di almeno dieci minuti giornalieri con il proprio padre dedicato al gioco o ad altre attività (leggere, cantare, dialogare..), aiuta i bambini a migliorare il profitto scolastico (scuola primaria).
Nello studio la ricercatrice inglese ha messo in evidenza che il contributo di una pari relazione con la propria madre, si traduce in un incremento delle capacità sociali, affettive e di espressione emozionale.

 

Niente di nuovo, in area psicologica abbondano le ricerche e le posizioni teoriche che riferiscono quanto la figura paterna sia fondamentale poiché entra nella diade madre bambino rompendone il rapporto simbiotico costituendo il triangolo relazionale.
Questa apertura al mondo delle relazioni è fondamentale soprattutto per i futuri adattamenti ai contesti che nel percorso di vita l’individuo dovrà sostenere e che richiedono un impegno che fa appello alle risorse dell’Io (attività lavorativa, azioni che richiedono programmazione e pianificazione etc..).

Jung teorizzò, determinando un cambiamento epocale, che ogni individuo interiorizza nella sua psiche gli archetipi del maschile e del femminile. Il concetto di archetipo in Jung fa riferimento a strutture, modelli universali presenti nella psiche di ciascuno, che regolano e influenzano il comportamento umano.
Ecco che l’Anima rappresenta la parte femminile di ogni uomo e si riferisce a modelli materni interiorizzati, l’Animus viceversa la parte maschile presente in ogni donna proveniente da influenze paterne.
L’Animus “Fornisce alla donna fermezza spirituale, un invisibile sostegno interiore che la compensa della sua fragilità esterna.” (“L’uomo e i suoi simboli”, Marie Louise Von Franz).

 

Dunque è noto che i comportamenti genitoriali determinano nella personalità di ciascuno modelli e strutture che guidano l’individuo nei suoi percorsi di vita.
Tornando allo studio della ricercatrice inglese, sebbene il ruolo paterno sia già stato riconosciuto come fondamentale ed esclusivo, l’aspetto innovativo è rappresentato dall’esiguità del tempo trascorso con i figli in attività di gioco (10 minuti) necessario a determinare cambiamenti positivi e significativi in aree quali il rendimento scolastico.

 

Ne consegue che i padri, prendendone atto, provvedano a migliorare ed intensificare il rapporto con i propri figli per quanto riguarda le attività da svolgere insieme.
Una riflessione tuttavia sorge inevitabile qualora ci sia stata un’assenza paterna parziale, totale o assoluta, poiché le situazioni sono varie e personali, legate ad eventi di cui l’individuo non ha il controllo e che accadono in maniera contraria alla sua volontà, che fare oltre a riconoscere eventuali limiti e fragilità?
Viaggiare in quel percorso unico che rappresenta la nostra vita, significa anche andare oltre i confini che limitano le nostre esistenze, non soffermandosi sulle mancanze ma cercando e costruendo alternative utili, magari fuori dal coro.
Ecco che l’esame della realtà che mi circonda può farmi scoprire i volti di chi mi ha sostenuto e fornito (a volte anche involontariamente) indicazioni e strumenti, ponendosi come modello ed esempio positivo.

Pensiamo, oltre ai familiari presenti, agli insegnanti, agli educatori (dall’istruttore sportivo al maestro o professore di doposcuola), a chi anche solo con un sorriso quella volta mi ha incoraggiato-a….

 

Iacopina Maiolo

No Comments