April 13, 2024

Brundisium.net

Dopo il trionfo delle date primaverili nei teatri di tutta Italia, Patty Pravo prosegue la sua tourneè anche in estate. Domenica 21 agosto la celebre cantante veneta sarà al Festival della Città Bianca 2016, all’Arena San Giovanni di Ostuni (BR), per una nuova straordinaria tappa del suo “Eccomi Tour”.

Un successo che non stupisce, data la classe e la grinta dell’artista che – con 50 anni di carriera, oltre 120 milioni di copie vendute, numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali – non smette di emozionare il pubblico e di mettersi in gioco, come ha dimostrato con la fortunata partecipazione al Festival di Sanremo con il brano “Cieli Immensi”, primo estratto dal nuovo album di inediti “Eccomi”.

Artista a tutto tondo, capace di catturare tutti con il suo carisma e di infiammare la platea con esibizioni appassionanti, coinvolgenti e mai banali, Patty Pravo rappresenta una delle icone più importanti della musica italiana.
Dalla ragazza del Piper ad oggi, c’è in mezzo una carriera straordinaria, costellata di successi e canzoni entrate nella storia, ma soprattutto caratterizzata da un’intaccabile libertà di movimento. Patty Pravo ha scandalizzato, provocato, sperimentato, rompendo gli schemi e le “regole” della discografia.

Il suo ultimo album, “Eccomi”, è un lavoro ambizioso, registrato a Los Angeles e con alcune tra le firme più prestigiose della nostra scena. Non solo tra quelle affermate ma anche tra quelle emergenti e più affini al pubblico dei giovanissimi: da Tiziano Ferro a Fortunato Zampaglione, da Giuliano Sangiorgi a Gianna Nannini, Emis Killa, Samuel dei Subsonica, Zibba, Rachele Bastreghi.

Sul palco, Patty Pravo sarà accompagnata da una band di sei grandi musicisti: Michele Lombardi alle tastiere e piano, Lucio Fasino al basso, Andrea Fontana alla batteria, Stefano Cerisioli e Ivan Geronazzo alle chitarre, Gabriele Bolognesi ai fiati. Direttore musicale e arrangiatore del tour il Maestro Giovanni Boscariol.

INFO
Arena San Giovanni
Contrada San Giovanni – Ostuni (BR)
Infoline: 3929358852 – 0831342532

PREZZI
Poltronissima Gold: 50€ + d.p.
Poltronissima: 40€ + d.p.
Gradinata non numerata: 30€ + d.p.
Posto in piedi: 23€ + d.p.

Proseguono gli appuntamenti con “Eccomi tour” di Patty Pravo che, dopo il trionfo delle date primaverili nei teatri, sarà impegnata in tournée per tutta l’estate.
Un successo che non stupisce data la classe e la grinta dell’artista che – con 50 anni di carriera, oltre 120 milioni di copie vendute, numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali – non smette di emozionare il pubblico e di mettersi in gioco, come ha dimostrato con la fortunata partecipazione al Festival di Saremo con il brano “Cieli Immensi” primo estratto dal nuovo album di inediti “Eccomi”.

“Sono felice – dice Patty Pravo – della scaletta scelta per questo tour, abbiamo scelto i pezzi da eseguire con estrema cura, certi di dare a chi viene ai concerti due ore di buona musica, emozioni, divertimento e empatia”.

In programma, accanto alla sanremese “Cieli immensi” ed ai brani dell’album “Eccomi”, non mancheranno le sue hit – da “Pazza Idea” a “E dimmi che non vuoi morire”, passando per “Pensiero Stupendo”, “Il vento e le rose” e “Unisono”.

Sul palco con Patty Pravo una band di sei musicisti: Michele Lombardi alle tastiere e piano, Lucio Fasino al basso, Andrea Fontana alla batteria, Stefano Cerisioli e Ivan Geronazzo alle chitarre, Gabriele Bolognesi ai fiati. Direttore musicale e arrangiatore del Tour il Maestro Giovanni Boscariol.

Queste le prime date estive annunciate: 3 giugno Sanremo- IM (Casinò), 1 luglio Cerignola – FG (Giardini Jemma Resort), 13 agosto Reggio Calabria (Catona Teatro), 14 agosto Altomonte – CS (Anfiteatro Costantino Belluscio), 18 agosto Forte dei Marmi – LU (Festival Estate a Forte dei Marmi – Villa Bertelli), 21 agosto Ostuni – BR (Cava Anfiteatro San Giovanni).

La tournée è una produzione Massimo Levantini per Live Nation. I biglietti sono disponibili sul circuito Ticketone e nelle prevendite abituali, per tutte le info: www.livenation.it, info line: 02 53006501.

“Eccomi” (Warner Music/1 DAY) è il ventiseiesimo album in studio di Patty Pravo e arriva dopo un’attenta selezione di ben 700 brani. Nella prima settimana dall’uscita, il disco è entrato in top10, arrivando alla posizione n.6, mentre la versione in vinile è arrivata al n.1. Prodotto e realizzato da Michele Canova Iorfida, con la produzione esecutiva di Massimo Levantini e Gaetano Puglisi, e registrato presso i Sunset Sound Studio di Los Angeles, “Eccomi” ritrae l’effigie di una donna forte, consapevole delle proprie scelte e che, tuttavia, conserva un lato fragile da custodire e svelare con parsimonia. Frammenti di storie, ricordi, silenzi, passioni, separazioni, riavvicinamenti trovano spazio tra arrangiamenti finemente curati e particolarmente variegati. Molti sono gli autori di successo che hanno partecipato a questo lavoro da Tiziano Ferro a Fortunato Zampaglione, da Giuliano Sangiorgi a Gianna Nannini, Emis Killa, Samuel dei Subsonica, Zibba, Rachele Bastreghi. Il singolo sanremese “Cieli immensi”, si è aggiudicato il premio della critica, mentre il videoclip ufficiale ha totalizzato oltre 4.000.000 visualizzazioni su Youtube.

PROFILO
Patty Pravo

Se c’è un personaggio che si differenzia da tutti per originalità, classe, talento e internazionalità, questa è Patty Pravo.
50 anni di carriera il prossimo anno, 149 dischi pubblicati in Italia, 85 nel mondo 110 milioni di dischi venduti.
Nascere a Venezia le ha dato fascino e magia. I suoi primi anni veneziani trascorrono con i nonni paterni tra disciplina da marines e splendida libertà. Già da allora è particolarmente vivace, ma dimostra subito di avere un forte senso dell’impegno riuscendo a portare avanti varie attività. Frequenta le scuole pubbliche, studia pianoforte, danza, e solfeggio e armonia. A dieci anni si iscrive al Conservatorio Benedetto Marcello. La morte del nonno la tocca profondamente e Nicoletta lascia Venezia per Londra, l’intento è quello di imparare bene l’inglese, ma dopo una breve permanenza in Inghilterra, viene a sapere che a Roma c’è un locale che fa tendenza. Con un gruppo di amici lo raggiunge. Il locale era il Piper, e la sera del suo arrivo il suo destino sembra già segnato. L’impresario Alberico Crocetta la nota e dopo pochissimi giorni “la ragazza del Piper” diventa Patty Pravo.
Il disco del debutto è “Ragazzo triste” si è nell’anno 1966. L’ascesa continua immediatamente con “Qui e la” e “Se perdo te”. Di Patty Pravo si parla e si comprano i dischi nel mondo, per lungo tempo è presente nelle classifiche mondiali con almeno tre dischi. “La bambola” vende subito 9 milioni di copie ed è prima in classifica oltre che in Italia in Giappone, Francia, Germania e Sud America. Ad oggi il brano ha venduto oltre 30milioni di dischi. E’ Patty Pravo mania, i giovani, la imitano, la seguono e ne fanno il loro manifesto di vita. E’ lei a dettare la moda e le regole di vita. Ma non si limita a cantare e incidere dischi, spiazza tutti facendo concerti in cui canta e balla, spettacoli alternativi dove sperimenta nuove tecnologie, riunendo formazioni musicali e anticipando forme multimediali. Contemporaneamente da ragazza bellissima e super beat si trasforma in raffinata interprete di canzoni francesi e non solo. Porta al successo brani dei Beatles, di Jacques Brel, Leo Ferré, Vinicius de Morales e Neil Diamond, esempi su tutti “La canzone degli amanti”, “Col Tempo” e”Non andare via”. Fino al 1979 non si ferma mai, per 14 anni lavora ininterrottamente, e senza mai scendere di livello. In questi anni incide canzoni come “Il paradiso”, “Tutt’al più”, “Non ti bastavo più”, “Pazza idea”, “Incontro”, “Sentirti” e “Pensiero Stupendo”, brani ancora richiestissimi dal pubblico nei suoi concerti attuali. Per non correre il rischio di perdere di vista la realtà, Nicoletta decide di concedersi una pausa e va in America. Sceglie di “vivere” non avendo potuto farlo per il troppo successo , ma tre anni dopo incide “Cerchi” un album registrato a San Francisco in anticipo sui tempi, musica innovativa e testi ermetici, che disorienta il pubblico italiano, ma conferma il suo talento e la necessità di rinnovarsi. Poco dopo si presenta al Festival di Sanremo con una performance da brividi. Esegue “Per una bambola” delicata canzone introspettiva, e vestita Versace diventa una splendida ed elegantissima geisha. Vera diva della manifestazione, conquista una standing ovation (la prima di ogni tempo) nella sala stampa dell’Ariston.
Potremmo andare avanti ore per “raccontare” Patty Pravo, perché da questa performance sanremese ne seguono tante altre, e tanti successi come “Pigramente signora”, “Oltre l’eden” un album le cui canzoni sono delle perle ancora proposte dal vivo. Altra nota degna di essere raccontata è quella che vede Patty Pravo sbarcare in Cina. E’ il 1994 e Nicoletta è la prima artista italiana ad avere successo in questa terra. Praticamente porta il rock in Cina, mettendo a disposizione di gruppi famosi le sue esperienze. Ed è la prima artista italiana ad esibirsi nella televisione di stato davanti ad un pubblico di un miliardo e trecentomila spettatori cantando in cinese. Da qui nasce “Ideogrammi” un capolavoro di ricerca, di unione tra arcano e futuro, strumenti tradizionali e computer, che vede proporre autori come Rimbaud.
In Italia subito dopo è di nuovo Sanremo, con “I giorni dell’armonia” una romanza, e ancora Sanremo con il mitico successo scritto da Vasco Rossi “E dimmi che non vuoi morire”. Seguirà un Tour di 120 date in un anno e 350mila copie di dischi venduti.
Ancora due Festival di Sanremo con E io verrò un giorno la e Il vento e le rose. E live senza interruzioni, Teatri, Arene, Club, sempre sold out, e davanti a lei un pubblico di 4 generazioni. Ragazzi giovanissimi che sanno a memoria le sue canzoni, nuove anime prave che si aggiungono ai meno giovani.
Da questo Festival di Sanremo, il nono per Patty, iniziano i festeggiamenti del Cinquantennale con un disco scritto da cantautori quali Giuliano Sangiorgi, Tiziano Ferro, Gianna Nannini, Emis Killa, Samuel dei Subsonica, e tanti altri.

No Comments