July 13, 2024

Brundisium.net

Accolgo con immenso piacere l’accordo, che mi ha visto testimone, siglato tra la Fiera del Levante e lo Snim di Brindisi al fine di creare un salone nautico che diventi punto di riferimento per l’intera Regione”. Lo ha dichiarato il Consigliere regionale del PdL-Forza Italia, Antonio Scianaro a margine dell’intesa raggiunta dal presidente della Fiera del Levante Ugo Patroni Griffi ed il presidente del Salone Nautico di Brindisi Giuseppe Meo per l’allestimento di un unico appuntamento indirizzato al comparto nautico.
Personalmente – ha continuato Scianaro – sosterrò tutte le iniziative tese a dare sostegno e supporto a un settore, come quello della nautica, che ha un ruolo importante nel sistema produttivo nazionale. Da qualche anno, purtroppo, si avverte la crisi anche in questo comparto ed è per questo che serve un’azione di rilancio che vada dall’ottimizzazione della gestione dei porti alla semplificazione fiscale. Serve uno slancio deciso che potrebbe arrivare proprio dall’intesa tra Fiera del Levante e Snim che hanno messo da parte qualsiasi ipotesi di concorrenza optando per il bene comune”.

 

Un esempio di sinergia certamente positivo e propositivo, che può aumentare la competitività e l’attrattività della Puglia tutta in un comparto in crescita e dai numeri significativi, senza contrapposizioni tra manifestazioni e territori che avrebbero l’effetto di depotenziarli e danneggiarli, e puntando su tipicità e vocazioni, coniugando esperienze e potenzialità senza sacrifici dolorosi e uscendo da logiche soffocanti e masochiste di mero accentramento”. E’, invece, il giudizio del vicepresidente della III Commissione Sanità della Regione Puglia, Maurizio Friolo, sull’accordo siglato tra Fiera del Levante e Salone Nautico di Brindisi, che “potenzialmente aumenterà il respiro internazionale delle manifestazioni in itinere, ed è vantaggioso anche per l’immagine e l’economia della nostra regione, sempre più aperta a un target di fascia medio-alta, con possibilità di esaltare ulteriormente il patrimonio costiero e paesaggistico”.
Un dialogo e una collaborazione – conclude Friolo – che spero si traducano in un successo tale da essere riproposto come modello, e faccia sentire ogni angolo di Puglia, finalmente, parte integrante di un Sistema”.

No Comments