October 20, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

La Asl di Brindisi ha avviato il percorso del follow up integrato tra ospedale e territorio dei pazienti dimessi con diagnosi di sindrome coronarica acuta e sottoposti a rivascolarizzazione miocardica.

Il team di cardiologi che ha definito il Percorso diagnostico-terapeutico-assistenziale (Pdta) è costituito da figure ospedaliere e territoriali: Gianfranco Ignone, direttore dell’Uoc di Cardiologia dell’ospedale Perrino di Brindisi; Raffaele Rollo, dirigente medico di Cardiologia del Perrino e coordinatore del gruppo di lavoro per l’ambito ospedaliero; Ilaria Margherita Gioia, dirigente medico di Cardiologia del Perrino; Maria Maiello, cardiologo ambulatoriale della Asl e referente di branca per la specialistica territoriale; Annapaola Zito, cardiologo ambulatoriale della Asl e coordinatore del gruppo di lavoro per l’ambito territoriale.

“Per la prima volta – spiega il direttore sanitario della Asl, Andrea Gigliobianco che con la dottoressa Francesca Caputo ha validato il Pdta – abbiamo creato un percorso di assistenza e cura integrato tra ospedale e territorio per pazienti con questa patologia. Malattie come l’infarto miocardico hanno bisogno di un controllo costante del paziente che prosegue dopo le dimissioni con follow up a 30 giorni, 3 mesi, 6 mesi e un anno”.

Promotrice dell’iniziativa è stata la dottoressa Annapaola Zito: con la dottoressa Sabrina Leonardi del Rischio Clinico ha lavorato a stretto contatto anche con i medici di Medicina generale della Asl Michele Giuseppe Lisco e Francesco Legrottaglie, che hanno integrato il team per gli aspetti di propria competenza. Il gruppo di lavoro monitorerà gli esiti per garantire la puntuale applicazione del protocollo.

 

UFFICIO STAMPA ASL BR

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com