June 4, 2023

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Cestistica San Severo – Soavegel Francavilla 111-90
Parziali: 35-18, 61-41, 85-67
Cestistica San Severo: Stella 21 (6/7, 3/10), Mirando 6 (1/1, 1/2), Mastromatteo, Cicive 14 (6/8,-/-), Pozzi 18 (3/4, 4/6), De Gregorio 3 (0/4, 1/3), De Lucretiis 2 (1/1,-/-), Sorrentino 13 (5/7, 1/4), Scarponi 22 (5/7, 4/12), Cecchetti 12 (4/5,-/-). Coach Galletti.
Soavegel Francavilla: Dagnello 22 (6/11, 3/6), Hidalgo 10 (5/13,-/-), Battaglia 17 (2/2, 4/6), Vitale, Urso, Coluzzi 5 (2/4, 0/1), Di Marco, Dalovic 15 (1/1, 3/7), Medizza 21 (9/13, 0/1), Di Punzio n.e.. Coach Olive.

Contro la Cestistica San Severo, alla Soavegel Francavilla serviva una prova al massimo della concentrazione e dell’intensità per cercare di contrastare un avversario superiore sia dal punto di vista fisico che tecnico. Purtroppo così non è stato con i biancazzurri, in partita per appena 5’, che hanno incassato una sconfitta col pesante punteggio finale di 111-90.
Al fischio di inizio, con i campo i quintetti formati da Stella, Pozzi, Sorrentino, Scarponi e Cecchetti per i padroni di casa e Dagnello, Hidalgo, Dimarco, Dalovic e Medizza per gli ospiti, si assiste ad una singolare protesta contro la dirigenza da parte della formazione giallonera che “non gioca” la prima azione di gioco mandando a canestro Dagnello. Inizia la vera partita con i canestri di Pozzi e la prima tripla della serata ad opera del l’ex Mauro Stella, che sarà il protagonista della prima parte di gara. Dopo un contropiede finalizzato da Dagnello (5-4) i biancazzurri falliscono per due volte il canestro del possibile vantaggio venendo, così, puniti da un’altra conclusione dall’arco di Stella e dal canestro di Cecchetti che concretizzano il primo allungo per i padroni di casa (14-8). Dall’altra parte Dalovic centra la conclusione dai 6,75 che avvicina, per l’ultima volta, i biancazzurri al San Severo (14-11); complice un atteggiamento poco aggressivo sia sugli esterni che nell’area pitturata, i biancazzurri subiscono, con due triple consecutive di Pozzi e i canestri da sotto di Cecchetti e Stella , un parziale di 2-14 con i padroni di casa che allungano sul 28-13 per poi toccare, ad 1’ dalla fine, già il vantaggio di +20. Il quarto si chiude con la tripla di Dalovic che fissa il parziale sul 35-18.
L’inizio della seconda frazione si apre con un’altra conclusione dai 6,75 questa volta ad opera di De Gregorio, salvo poi far registrare un buon break dei biancazzurri con protagonista il subentrato Battaglia che riduce lo svantaggio a -13. Ma è solo un fuoco di paglia: i biancazzurri non riescono a dare continuità e ad ogni tentativo di ridurre lo svantaggio subiscono la risposta dei cinici avversari che, continuando a colpire dalla lunga distanza, vanno al riposo lungo con il più che rassicurante vantaggio di +20 (61-41).
Al rientro sul parquet, malgrado la strigliata di coach Olive che chiede ai suoi una scossa nella speranza di rientrare in gara, la musica non cambia; la fase d’attacco non dispiace ma è l’atteggiamento difensivo a non essere quello giusto. I padroni di casa a metà quarto toccano, così addirittura il massimo vantaggio di +24 (74-50) salvo poi assistere nella seconda parte ad un timido recupero dei biancazzurri con la tripla di Dagnello dalla lunga distanza sul suono della sirena che fissa il terzo parziale sull’85-67.
La tripla di Dalovic del -15 (85-70) in apertura di ultimo quarto è l’ultimo sussulto biancazzurro. Questa volta è Scarponi dall’altra sponda a fare la voce grossa bombardando a raffica dai 6,75 con i padroni di casa che allungano nuovamente il divario, con i titoli di coda che scorrono ormai impietosamente e con il tabellone che sul suono della sirena segna l’eloquente punteggio di 111-90.
Raggiunta in classifica da Bisceglie e Lanciano, che hanno entrambe già osservato il loro turno di riposo, la Soavegel scivola ora al 6° posto in classifica. La sconfitta di San Severo, se pur subita contro una delle formazioni più forti del girone, conferma per i biancazzurri un preoccupante trend negativo emerso nelle ultime gare; a fronte del secondo miglior attacco (1491 punti realizzati) proprio alle spalle di San Severo (1552), i francavillesi, dopo un’ottima prima parte di campionato, fanno ora registrare, infatti, numeri sconcertanti in fase difensiva con, attualmente, la peggior difesa del girone (1479 punti subiti). Occorre quindi invertire immediatamente la rotta per tornare ad essere la formazione aggressiva vista nella prima parte di campionato per evitare di sciupare quanto di più che buono fatto finora a partire dalla delicata prossima trasferta che vedrà la Soavegel impegnata, nell’anticipo di sabato alle ore 20:00, sull’insidioso parquet di Molfetta .

Bruno Passaro – addetto stampa Soavegel Basket Francavilla

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com