September 20, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Il progetto, volto a favorire l’inclusione sociale e lavorativa di soggetti svantaggiati, presentato dal Comune di Cisternino il 21 marzo scorso, dovrebbe consentire ai beneficiari in regola con i requisiti previsti dal bando di avere un compenso forfettario pari a 500,00 euro mensili per 6 mesi rinnovabili, a fronte dello svolgimento di attività lavorative nell’ambito di alcuni servizi comunali. Lo stesso prevede la presentazione di un curriculum, del reddito ISEE che non deve superare 6524,57 euro e del certificato storico di iscrizione al CTI.
Purtroppo il bando è scaduto l’11 aprile. Un tempo molto breve per permettere ai candidati di ottenere tutta la documentazione necessaria. Si pensi che per ottenere il solo certificato ISEE, mediamente, occorrono più giorni. L’amministrazione del comune di Cisternino non poteva prevedere un periodo più lungo per consentire ai candidati di avere tutta la documentazione in tempo utile? Ha sbagliato la tempistica oppure ha dato spazio ad altre esigenze?
Il progetto rappresenta una grande opportunità per la nostra comunità. Oggi però è diventato una possibilità per pochi.
La Camera Sindacale UIL di Cisternino chiede la riapertura dei termini di scadenza della domanda al fine di consentire la partecipazione di tutti i cittadini, anche i meno abbienti residenti nel nostro Comune.

C.S.C. UIL Cisternino

No Comments