June 18, 2024

Brundisium.net

Poco dopo le 13.30 di oggi, un tragico incidente stradale ha sconvolto la SS 379 Brindisi-Bari in direzione di Bari, proprio all’altezza dell’ipermercato Conforama, nella località di Torre Spaccata. Lo scontro ha coinvolto un’autovettura Ford Fiesta e un autoarticolato, e purtroppo ha avuto esiti devastanti.

Nell’auto, una Ford Fiesta, viaggiavano tre uomini, tutti colleghi di lavoro, impiegati in una società privata specializzata nei servizi legati alla viabilità e alla sicurezza delle strade. Due di loro, Domenico Paolo Catucci, 55 anni, residente a Gioia del Colle (Bari), e Angelo Rotondella, 50 anni, proveniente da Spinazzola (Bat), hanno perso la vita immediatamente a causa dell’impatto violento. Il terzo occupante dell’auto ha subito gravi ferite ed è stato trasportato in condizioni critiche all’ospedale Perrino di Brindisi. L’autista del camion è rimasto illeso.

Il sinistro ha richiesto l’intervento immediato del 118, dei vigili del fuoco e della polizia stradale. Il traffico in direzione Nord è stato interrotto per un lungo periodo al fine di consentire agli investigatori di effettuare i rilievi necessari.

L’incidente ha suscitato una forte reazione da parte delle organizzazioni sindacali. La Cgil Puglia e Fillea Puglia hanno preso posizione, esprimendo la necessità di fare luce sul rispetto delle norme di sicurezza sul lavoro. Gigia Bucci, segretaria generale della Cgil Puglia, e Ignazio Savino, segretario generale di Fillea Puglia, hanno dichiarato che occorre un’attenzione costante alle misure di sicurezza in ambito lavorativo. Gli interventi su strade e autostrade, anche quando restano aperti al traffico durante i lavori, rappresentano troppo spesso scenari pericolosi che sfociano in tragedie come quella odierna. La sicurezza sul lavoro è una priorità, specialmente in un Paese che continua a registrare un numero eccessivamente alto di vittime ogni anno. Questa tragica vicenda aggiunge ulteriore urgenza alla necessità di tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori, un tema che sarà centrale nella manifestazione nazionale programmata da Cgil e oltre cento associazioni di impegno civile e sociale il prossimo 7 ottobre a Roma.

L’incidente sulla Ss 379 Brindisi-Bari rimane al centro delle indagini delle autorità competenti, e l’intera comunità resta sconvolta dalla perdita di due vite e dalla condizione critica del terzo coinvolto. La sicurezza stradale e la tutela dei lavoratori devono rimanere al centro dell’attenzione per prevenire futuri tragici eventi come questo.

No Comments