November 30, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

I Carabinieri della Stazione di Cellino San Marco, a conclusione degli accertamenti, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi, un ultraottantenne del luogo. L’uomo, nel cuore della notte, con le ciabatte ai piedi, vestito con una tuta da imbianchino di colore bianco, ha incendiato l’autovettura di una vicina di casa, un’Alfa Romeo 156 in sosta sulla pubblica via. Il rogo, che ha completamente distrutto l’autoveicolo, ha interessato anche la facciata e il portone d’ingresso dell’abitazione della proprietaria della vettura. La sorpresa più grande si è avuta nel corso della disamina delle immagini acquisite dai vari impianti di videosorveglianza presenti in zona, ed in particolare dalla visione delle immagini delle telecamere attestate sull’abitazione dell’anziano. Dalle immagini si è infatti rilevato che era stato proprio Lui nel cuore della notte, a trascinare dall’uscio della sua abitazione sino all’autovettura incendiata, un sacco in plastica di colore nero con all’interno sicuramente un contenitore in plastica con verosimile liquido infiammabile e dopodiché appiccare il fuoco, ritornando poi velocemente nella sua abitazione. Non è ancora ben chiaro il movente del gesto, cosa abbia effettivamente spinto l’indagato ultra ottuagenario a compiere un gesto così grave.

No Comments