November 14, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Oggigiorno, va di moda anche l’acqua ionizzata grazie anche a varie pubblicazioni da me curate e pubblicate sull’argomento. La ionizzazione dell’acqua è un’ottima caratteristica anzi è così essenziale che l’organismo non ci permette di optare per essa. L’essenzialità della ionizzazione possiamo paragonarla a quella del respiro. Infatti, possiamo scegliere di non bere o di non mangiare ma non possiamo scegliere di non respirare. Provateci, non riuscirete a non respirare!

Ebbene, la ionizzazione è una caratteristica fondamentale per la produzione dell’energia delle cellule per cui il sistema circolatorio (soprattutto il microcircolo) provvede a produrla tramite il movimento e l’attrito delle molecole d’acqua nei capillari e nelle acquaporine. E’ ovvio che se bevo acqua alcalina ionizzata la produzione dell’energia nell’organismo è agevolata e maggiore!

Le caratteristiche salutari dell’acqua potabile vanno aldilà delle conoscenze tradizionali. Da quando è stata scoperta la memoria dell’acqua, sappiamo che essa è in grado di ricordare tutto quello che ha subito sia influenze positive che negative. Infatti, se è stata inquinata chimicamente, non basta purificarla dalle sostanze chimiche; le si dovrebbe cancellare anche il ricordo (le frequenze) di quell’inquinamento. Ebbene, per far ciò ci sono tante modalità: il magnetismo, le onde di forma, il vortice ma anche la preghiera ed il pensiero positivo ed il sentimento di amore e gratitudine delle persone consapevoli.

Se per un attimo ci fermiamo a riflettere, è impossibile non riconoscere l’importanza dell’acqua. Un mondo senz’acqua sarebbe un immenso deserto senza vita: cosa ce ne faremmo di un pianeta del genere? L’acqua non è solo la fonte della vita ma la vita stessa in quanto (secondo me) possiede intelligenza e memoria. La nostra conoscenza sull’acqua è ancora agli albori.

Interessantissimo è il libro “La quarta fase dell’acqua” di Gerald H. Pollack di cui vi espongo uno dei mirabolanti esperimenti scientifici. Pollack e i suoi collaboratori hanno provato a tagliare in due (tramite una micro ghigliottina) una goccia d’acqua ottenendo due nuove gocce intere piuttosto che due metà. Chi vuole conoscere la spiegazione scientifica di questo fenomeno può tuffarsi nella lettura del suddetto libro ove troverà la spiegazione di tanti altri fenomeni legati all’acqua finora rimasti incompresi.

Dopo la lettura attenta del libro “La quarta fase dell’acqua” (oltre la forma liquida, solida e gassosa) comprenderete meglio certi fenomeni metabolici che avvengono nel nostro corpo oppure certi fenomeni atmosferici di cui finora non si aveva idea di come si formano. Non vi voglio svelare niente qui perché sarei molto riduttivo e voglio che chi è interessato vada a leggersi tutto d’un fiato il suddetto libro.

Si sappia, però, che la “quarta fase” dell’acqua ha a che fare con la corrente elettrica; e che la corrente che scorre nel nostro corpo (soprattutto nel sistema nervoso) non ci sarebbe, se nel nostro corpo non ci fosse acqua. Quindi, più acqua più corrente elettrica? Quindi, più corrente elettrica più energia? Io penso di sì. Se le cose stanno così, è fin troppo ovvio che dovremmo assumere molta più acqua che cibo; e che, tra i vari tipi di acqua, dovremmo scegliere quella con più carica elettrica. Ebbene, l’acqua alcalina e/o ionizzata ha più carica elettrica dell’acqua comune. Buona bevuta! Continua….

No Comments