December 7, 2019

Print Friendly, PDF & Email

 Parziali: 25-16 (20’); 19-25 (25’); 25-22 (26’); 25-13 (19’).
Assi Manzoni: Corallo 12, Antonaci 7, Greco n.e., Iacca n.e., Casalino 9, Della Rocca 1, Scaglioso 6, Cristofaro 9, Pindinello, Taurisano 19, Rado (L1), Palazzo (L2), Avallone. All. Sarcinella.
Orakom Salerno: Abbruzzo7, Angone n.e., Viscatale 8, Torrisi 18, Morone n.e., Tenza 3, Viscito 3, D’arco 13, Buonocore 7, Melchiorre (L2), Sibillo (L1). All. Vigorito.

Assi Manzoni: muri 11, battute sbagliate 10, ace 10, errori 16.
Orakom Salerno: muri 9, battute sbagliate 14, ace 4, errori 32.
Note: 600 presenti; arbitri Mario Chiechi (Matera) e Maria Luisa Traversa (Bari)

Nello scontro diretto dell’undicesima giornata del campionato di B2 girone H, le brindisine infliggono all’ex capolista la prima sconfitta del torneo. Gara avvincente e con il pubblico delle grandi occasioni con le squadre che in campo hanno offerto grande spettacolo. Primo set determinato da molteplici errori delle ospiti che lo perdono per 25 a 16. Le campane rialzano il capo nel secondo set ribaltando l’avvio di parziale dopo pochi minuti raggiungendo la parità sul 9 a 9 e portandosi in vantaggio fino a un illusorio recupero del Brindisi (16-15). Dopo il secondo tempo tecnico la rimonta dell’Orakom si conclude sul 19-25 finale. Il terzo set lo aprono le brindisine con un 3-0, ma le ospiti non cedono il passo e proseguono punto a punto. Il primo tempo tecnico è segnato dal 5-8. Rientrate in campo, le padrone di casa mettono un parziale di 4-1 ristabilendo la parità e portandosi al secondo stop sul 16-13. In campo è ancora Brindisi: sul 20-16 il Salerno è costretto a chiamare una sospensione per spezzare il ritmo delle avversarie ma non c’è verso di spegnere le velleità biancoazzurre che lottano su ogni pallone fino all’ace del 25-22. Si va al quarto decisivo set, aperto ancora una volta dall’Assi: un parziale di 6-1 impone alle ospiti un immediato time out. Al rientro è un perentorio 4-1 per il 12-4 a favore del Brindisi. Il secondo tempo tecnico arriva sul 16-7. L’Orakom inizia a crollare e le biancoazzurre ne approfittano per bucare la difesa avversaria incapace di prendere anche facili palloni inseriti negli spazi lasciati vuoti dalle campane. Il set finisce 25-13 con l’Assi Manzoni che vince la partita 3-1. Ribaltone in classifica, con le biancazzurre che appaiano le campane al secondo posto e il Cutrofiano, vincente a Torre Annunziata per 3-0, in testa alla classifica con due lunghezze di vantaggio. Prossimo avversario delle biancoazzurre Benevento.

 

“L’avvio non è stato dei migliori per noi – ha commentato coach Marcello Sarcinella – perché i primi due set li abbiamo giocati male, ma devo dire che le avversarie hanno fatto molti errori nel primo tanto da concederne la vittoria a noi. Ma dal terzo set in poi ho rivisto le mie ragazze e, infatti, ce li siamo aggiudicati entrambi riuscendo a portare a termine la gara per 3-1. Lo sport è così, a volte si vince non giocando alla perfezione e altre, come a Cutrofiano dove abbiamo messo in scena una gara quasi perfetta, si perde immeritatamente. Ma l’importante è aver conquistato questi punti decisivi per scalare la classifica e raggiungere il Salerno al secondo posto. L’Orakom ha avuto anche un pizzico di fortuna perdendo per infortunio una delle sue migliori pedine e questo ci ha permesso di trovare gli spazi giusti per colpire. Bene così ora si va a Benevento”. Intanto la corsa del Cutrofiano verso la promozione continua. “Noi credevamo nel Fiamma Torrese e speravamo che facesse lo sgambetto alle salentine, ma è indiscutibile il talento del Cutrofiano. Sono di un altro livello e meritano quel posto. Noi continuiamo a fare il nostro percorso fino agli scontri finali. Ci crediamo e siamo orgogliosi che ci creda tutta la città, prova ne sia il seguito di pubblico che a ogni gara casalinga ci sostiene numeroso, e che non si è fatto mancare neanche la trasferta leccese dell’ultima gara dello scorso anno” ha concluso il tecnico biancoazzurro. Migliori in campo per Brindisi: Ida Taurisano, 19 punti, seppur la brindisina ha preso confidenza col campo lentamente, e Simona Corallo, 12 punti. Per il Salerno in evidenza Torrisi, 18 punti, e D’Arco 13.

 

 

 

UFFICIO STAMPA ASSI MANZONI PALLAVOLO BRINDISI

No Comments