December 12, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Il 2 maggio si terrà il Consiglio Comunale per l’approvazione del Bilancio preventivo, che è l’atto politico più importante di un’amministrazione.

Per dovere di cronaca puntualizziamo che il Bilancio di previsione è il documento che prevede entrate e uscite e rappresenta un passo fondamentale della gestione perché permette di organizzare con congruo anticipo le risorse, gli investimenti di ciò che amministra.

Rossi continua a dimostrare incapacità amministrativa, convoca il Consiglio comunale senza tener conto delle più elementari regole previste nel Regolamento dell’Ente. Notifica gli atti di bilancio ai consiglieri senza il parere dell’Organo di revisione che è parte integrante del fascicolo “Bilancio” e che riveste funzioni importantissime di garanzia per l’Assemblea consiliare.

Il regolamento di contabilità, infatti, all’art. 17 – comma 7, prevede che: “Lo schema di delibera di approvazione del bilancio di previsione finanziario, unitamente agli allegati”, ivi compreso il PARERE DEI REVISORI, “ viene quindi inoltrato all’Organo consiliare e inviato ai membri del Consiglio…entro il termine di 20 (venti) giorni precedenti la data stabilita per l’approvazione del bilancio, anche allo scopo di consentire la presentazione di eventuali emendamenti, che deve avvenire entro e non oltre i 5 giorni precedenti la stessa data di approvazione del Bilancio”.

Considerata l’impossibilità di valutare la bontà delle proposte inserite nel bilancio preventivo e mancando il parere dei Revisori, non potendo fare proposte di emendamento, evidenzieremo dopo il Consiglio la nullità della delibera di approvazione, qualora ci fosse, ricorrendo al Prefetto ed alla Corte dei Conti.

Coordinamento cittadino di Forza Italia – Brindisi

No Comments