December 5, 2019

Print Friendly, PDF & Email


Happy Casa Brindisi-Banco di Sardegna Sassari: 87-92
Parziali: (18-24; 42-43; 65-67; 87-92)
Arbitri: Manuel Mazzoni – Gianluca Sardella – Alessandro Perciavalle.

HAPPY CASA BRINDISI: Banks 25, Brown 10, Gaffney 16, Zanelli 4, Moraschini 9, Chappell 7, Greene IV 10, Rush 6, Cazzolato ne, Taddeo ne, Orlandino ne, Guido ne. All.: Vitucci.
BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Spissu 13, Smith 12, Carter 2, Devecchi, Pierre 16, Gentile 11, Thomas 18, Polonara, Cooley 20, Mcgee ne, Magro ne, Diop ne. All.: Pozzecco.
Tiri Da 2 Punti – Happy Casa: 17/36; Banco: 27/40.
Tiri Da 3 Punti – Happy Casa: 13/29; Banco: 10/24.
Tiri Liberi – Happy Casa: 14/16; Banco: 8/11.
Rimbalzi – Happy Casa: 24 (5 Off); Banco: 37 (6 Off).
Assist – Happy Casa: 16; Banco: 13.
Palle Perse – Happy Casa: 8; Banco: 12.

 

Sipario finale sulla straordinaria stagione sportiva 2018/19 della Happy Casa Brindisi, che viene sconfitta in casa dalla Dinamo Sassari per la terza volta in altrettanti incontri e abbandona il tabellone playoff scudetto di Lega A.
La standing ovation finale da brividi del PalaPentassuglia regala la giusta e meritata celebrazione a una squadra che ha fatto innamorare i propri tifosi per grinta, cuore e attributi mostrati per tutto l’anno.
A festeggiare è sempre il Banco di Sardegna Sassari, perfetto e inarrestabile al 19esimo risultato utile consecutivo, una striscia da record per i ragazzi di coach Pozzecco.
Brindisi insegue per tutto l’arco della partita, non si da mai per vinta e riesce sempre a ricucire il gap maturato da Sassari. Banks, leader e autentico capitano, è il top scorer a quota 25 punti con 24 di valutazione, ma sbaglia la possibile tripla del pareggio a 6 secondi dalla fine. Sassari è sospinta dal suo folletto Spissu, autore di 13 punti, e dall’ennesima prestazione totale di squadra con 6 uomini a referto in doppia cifra. Gaffney (16 punti con 6/8 dal tiro) tiene a galla più volte Brindisi ma Cooley (20 punti con 9/12 al tiro e 9 rimbalzi) domina nel pitturato. Coach Vitucci trova punti ed energie dalla panchina grazie all’ultimo arrivato Greene IV, a segno con 10 punti, ma i 37 rimbalzi catturati dagli ospiti, a fronte dei 24 di marca casalinga, fanno la differenza nel concitato finale di gara deciso dalla tripla del controsorpasso di Smith del 82-84.
Sassari accede alle semifinali scudetto, Brindisi conclude una stagione da applausi.

No Comments