April 1, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Per la tredicesima giornata di campionato, ultima del girone d’andata, la New Virtus Mesagne ospita il S.Rita Taranto, fanalino di coda con zero punti ed alla disperata ricerca di punti per smuovere la propria classifica.

Nella formazione di casa è assente coach Bray, fermo per malanni stagionali, e viene quindi promosso alla guida della squadra Mimmo Galgano, secondo di Bray e tecnico delle formazioni giovanili. I gialloblu scendono in campo con Crovace, Gualano, Trionfo, Dekic e capitan Risolo, mentre il Taranto risponde con Zicari (k), Bojkovic, Galeandro, Cassano e James.

L’inizio di gara è lento, tanto che il primo canestro viene realizzato solo alla settima azione, al minuto 7.55. Ai primi due punti di giornata parte il “Teddy Bear Toss”, manifestazione di beneficienza nazionale che consiste nel lancio in campo di alcuni peluches che nei prossimi giorni verranno donati a bambini indigenti presso apposite strutture predisposte. Nei primi minuti il Taranto è più vivace e coach Galgano è costretto a sfruttare il primo timeout per interrompere l’inerzia della gara. Gli ospiti allungano fino al +8, ma un ottimo ingresso di Pavlovic ed una bomba di Trionfo riportano il risultato in parità sul rush finale (19-19).

Il secondo quarto si apre con la Virtus protagonista: due triple di Trionfo ed una bella penetrazione di Pavlovic portano i messapici sul +10, ma un parziale di 0-14 per gli ospiti segna il controsorpasso per il 29-33 che porta la panchina mesagnese a chiedere una nuova interruzione. Nell’ultimo minuto e mezzo gli uomini del presidente Guarini ribaltano la situazione e vanno al riposo sul 35-33.

Al rientro in campo è un’altra Virtus: la difesa chiude con aggressività tutti i varchi agli avanti tarantini e l’attacco inizia a macinare punti con continuità. James viene limitato ottimamente ora da Dekic, ora da Pavlovic, e la partita si incanala senza troppe difficoltà sul binario mesagnese. Dekic e Trionfo dalla linea lunga fissano il quarto sul 61-39, ma si segnalano buone prestazioni nel tempino anche per Gallo, soprattutto a rimbalzo, e Gualano, decisivo nell’allungo iniziale con le triple del +9 e del +12.

Nel quarto mini tempo la Virtus gestisce senza particolari apprensioni. Orlandino si riprende dopo un avvio incerto e mette a segno tre triple ed alcuni preziosi recuperi difensivi. Si chiude, tra gli applausi del pubblico di casa, con un netto e meritato 80-54.

Dopo le incertezze iniziali, dovute probabilmente al forfait dell’ultima ora di coach Bray, i gialloblu escono alla distanza e vincono con pieno merito una sfida in bilico solo nel primo tempo. Dietro a Trionfo, mattatore dell’incontro con 23 punti e festeggiato per il suo compleanno a fine partita, ottima la distribuzione di punti tra gli altri gialloblu, che si sono alternati nelle varie fasi della gara garantendo un apporto costante di segnature.

Mesagne: Risolo 9, Trionfo 23, Gualano 11, Dekic 9, Pavlovic 12, Gallo 8, Orlandino 9, Brusa 1, Tortorella, Crovace. All. Galgano.

Taranto: Bojkovic 17, James 13, Cassano 2, Bruno 10, Galeandro 2, Piace 10, De Gioia, Zicari, Gaetano, Egitto. All. Mineo.

MAURO POCI

No Comments