November 19, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Banco di Sardegna Sassari-Happy Casa Brindisi: 98-103 d1ts
Parziali: (20-18 23-29 25-19 23-25 7-12)
Arbitri: Tolga Sahin – Mark Bartoli – Giulio Pepponi
BANCO DI SARDEGNA: Spissu 22, Martis n.e., Mcgee 18, Carter 15, Devecchi 3, Chessa n.e., Magro 2, Gentile 3, Thomas 12, Polonara 9, Diop n.e., Cooley 8. All: Esposito.
HAPPY CASA: Banks 26, Brown 7, Rush 5, Gaffney 2, Zanelli, Moraschini 14, Walker 20, Chappell 16, Wojciechowski 13, Cazzolato ne, Taddeo ne, Orlandino ne. All.: Vitucci.
Tiri Da 2 Punti – Banco: 28/53 Happy Casa: 28/49; Tiri Da 3 Punti – Banco: 9/26 Happy Casa 9/24; Tiri Liberi – Banco: 15/20, Happy Casa: 20/21;
Rimbalzi – Banco: 41 (15 Off); Happy Casa: 35 (8 Off). Assist – Banco: 17 Happy Casa: 15; Palle Perse – Banco: 16 Happy Casa 11

 

Happy Casa Brindisi non smette di sognare, stupire e vincere. I ragazzi di coach Frank Vitucci colgono la quarta vittoria consecutiva, la quinta nelle ultime sei partite scollinando nuovamente quota 100 punti. Brindisi vince la quarta partita di fila in trasferta dopo Trieste, Trento e Pesaro e sbanca anche il PalaSerradimigini di Sassari con il punteggio di 98-103 all’overtime.
Una vittoria fondamentale per respingere a 4 punti di distanza il Banco di Sardegna e continuare a rinvigorire il periodo d’oro e proiettarsi verso zone di altissima classifica. A quota 22 punti in classifica la Happy Casa punta seriamente al posizionamento playoff, mettendo in cassaforte una salvezza ampiamente conquistata dopo una stagione finora a dir poco esaltante.
Un match estremamente equilibrato, vissuto sul filo sottile del punto a punto per tutto l’arco della partita. Sassari, senza Pierre e Smith, trova Spissu in versione mortifera con 22 punti e 4/6 da 3 a referto. La Dinamo prova a scappare via sul 77-71 nell’ultimo parziale dei tempi regolamentari, ma la Happy Casa reagisce come al solito veementemente senza mollare di un centimetro. Capitan Banks è letale e realizza ben 26 punti con 23 di valutazione, ma il suo tiro della vittoria finisce sul ferro per il 91-91 con cui le squadre vanno al tempo supplementare. Vitucci pesca dalla panchina il decisivo Walker, ultimo arrivato a Brindisi ma assoluto protagonista con 20 punti (2/2, 4/5 da 3 e 4/4 ai liberi). Moraschini piazza la tripla del definitivo strappo nell’overtime e Brindisi capitalizza al massimo il suo momento di gloria.
Domenica sera si ritornerà al PalaPentassuglia per ospitare la OriOra Pistoia. Palla a due alle ore 20:45.

No Comments