May 20, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Oggi la politica è irresponsabile , questa malattia rappresenta qualcosa di più ampio , essa è la sintesi di una irresponsabilità etica e sociale. Le falsità , le idiozie ai quali la gente crede come ad esempio che i vaccini siano pericolosi o che i musulmani in Italia siano milioni , sono state utilizzate dalla politica per il consenso. Il dramma di questa situazione è che moltissima gente ci crede indipendentemente dalla politica a dimostrazione che la cultura di una classe dirigente si modella ai sentire del popolo e della società, anzi ne è lo specchio.
Nessuno si sente più responsabile di nulla , cresce sempre di più una irresponsabilità sociale e politica che si veste di un abito intellettuale e discorsivo, che permette a chiunque di parlare a vanvera senza cognizione di causa , tutti si sentono autorizzati a dire la propria su qualunque cosa .
Sono tutti immersi nella società dell’istante , hanno sempre fretta , il tempo mediatico si divora tutto , vivono il presente come passato in quanto devono essere sbrigativi e bruciare tutto velocemente. La necessità di essere tempestivi implica riflessi pronti , battute pronte, soluzioni pronte ma soprattutto cretinate prontissime. Manca il tempo di pensare, di riflettere elementi indispensabili in ogni comparto della società , dalla politica alla famiglia.
Tutto questo genera irresponsabilità non solo delle parole e delle idee , ma anche nei comportamenti, le improvvise esplosioni di violenza nei giovani , le aggressioni feroci , la violenza sugli anziani , sulle donne , la perdità di umanità , sono lo specchio della deriva sociale di un paese, dove esiste una incapacità di pesare le idee e di misurare le differenze tra il mondo reale e quello fantastico , virtuale.
La disintegrazione della famiglia intesa come luogo di formazione , della scuola e la perdita del riconoscimento dell’autorità socialmente riconosciuta, a cui la gente dia fiducia e creda ha creato uno scollamento preoccupante nella società.
Bisogna avere la capacità e la forza di ricostruire una autorevolezza nelle istituzioni ed in tutti i nuclei portanti della società , alfine di poter trasmettere serietà , coerenza e correttezza nei comportamenti sociali e sulle idee di società , sul rispetto degli altri, sulla tollerabilità , sui valori della famiglia, della democrazia e della libertà.
La libertà non è dire cretinate dalla mattina alla sera , fare ciò che si vuole in ogni campo , la liberta è senso di responsabilità e rispetto degli altri , dei diversi è il riconoscimento dei ruoli , dell’autorità e della autorevolezza di rappresentare le istanze di tutti, nessuno escluso. Chi ama veramente la libertà sente il bisogno delle regole dello stare insieme , sente la necessità di riconoscersi in valori ed ideali comuni, non lavora per distruggere tutto e tutti e per frantumare le fondamenta della democrazia e della tollerabilità, illudendosi di non pagare mai i danni procurati e le ferite inferte , senza rendersi conto che questa società ed essi stessi lo stanno già facendo.

 

 

Claudio Niccoli- Idea per Brindisi

No Comments