October 18, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Quest’anno il mondo politico sembra non volersi concedere ferie.

Sarebbe un buon segno, apprezzato dai cittadini, se questo stacanovismo fosse orientato a trovare soluzione ai tanti problemi che affliggono la città.

Così, invece, pare non essere.

 

Ultimo motivo di discussione e acceso confronto sembra possa diventare la mancata approvazione da parte della Commissione VIA della cassa di colmata che l’Autorità Portuale di Sistema intendeva realizzare a Costa Morena per contenere i fanghi derivanti dei dragaggi nel porto medio di Brindisi.

Sul progetto come repubblicani avevamo espresso le nostre perplessità.

Lo avevamo fatto nel modo più corretto e trasparente possibile facendo pervenire al Ministero dell’Ambiente le nostre osservazioni mentre era in corso la procedura di VIA.

Ma avevamo fatto un passo indietro di fronte alla volontà unanime di operare tutti insieme per la valorizzazione del nostro scalo portuale, cristallizzata in un ordine del giorno approvato alla unanimità in Consiglio Comunale e in cui avevano trovato cittadinanza le nostre proposte per didare centralità al nostro porto nell’intero Mediterraneo.

Ora questo parere negativo sembra riaprire vecchie fratture a tutto discapito di una confronto sereno e di soluzioni adeguate.
Bene ha fatto l’Autorità di Sistema a chiarire che il parere negativo non ha riguardato la validità progettuale dell’opera ma esclusivamente l’aggiornamento della caratterizzazione dei sedimenti interessati dall’ipotizzato intervento di conferimento in cassa di colmata.

E allora perché polemizzare cercando di attribuire le colpe alla forza politica che esprime il Ministro dell’Ambiente, peraltro non si sa ancora per quanto, atteso che la valutazione dei progetti da parte della Commissione VIA è squisitamente tecnica?

 

Insomma: se la rinuncia alle ferie di molti politici ed amministratori locali deve servire esclusivamente ad alimentare polemiche meglio augurargli un buon Ferragosto!

 

 

 

No Comments