January 20, 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il 19 dicembre nel Comitato di gestione portuale dovrà discutersi del progetto Doc Bi (finanziato nell’ambito dell’Interreg Italia-Grecia, che vede come capofila l’Asi e che prevede il miglioramento dell’accoglienza di passeggeri e camion da e per l’Albania) e alla connessa acquisizione del terminal privato della famiglia Taveri da parte dell’Autorità portuale per farne una stazione marittima provvisoria dove effettuare le operazioni preliminari di check-in e imbarco.
Al fine di fare chiarezza ed al netto di indiscrezioni e voci di corridoio, il consigliere del M5S Gianluca Serra ha richiesto una convocazione urgente della commissione urbanistica alla presenza di Borri e della dirigente Carrozzo per provare a capire una volta per tutte dove si vuole andare a parare. Di seguito la richiesta dell’avv. Serra.

Pregiatissimo Presidente,
il sottoscritto Avv. Gianluca Serra, nella mia qualità di componente della commissione “urbanistica” da Lei presieduta e capogruppo consiliare del Movimento 5 Stelle, essendo venuto a conoscenza della riunione del Comitato di Gestione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale per il 19 dicembre 2019, in cui si discuterà del DOCK BI e della consequenziale acquisizione del terminal privato da parte dell’autorità di sistema portuale (argomenti di notevole rilevanza anche dal punto di vista urbanistico cittadino), Le chiedo la convocazione, con urgenza, di una commissione mono tematica che veda la presenza dell’Assessore Prof. Borri e della Dirigente Arch. Carrozzo ed eventualmente del rappresentate comunale in seno a tale organo, Ing. Lonoce, al fine di conoscere la posizione del Comune di Brindisi in ordine alle determinazioni da assumete in tale assise.

 

Consigliere Comunale avv. Gianluca Serra
Componente della Commissione permanente Urbanistica

MoVimento 5 Stelle Brindisi

No Comments