August 13, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

 

Sono almeno 15 anni che i cittadini residenti al quartiere “La Rosa” di Brindisi denunciano la pericolosità della S.S. Ex 16 che collega il quartiere con la città.
“La Rosa” un quartiere abbandonato da tutte le amministrazioni ricordato solo in tempi elettorali.

 

Lasciamo da parte la polemica e denunciamo ancora una volta la pericolosità della percorrenza, in particolar modo nelle ore notturne, della predetta S.S. 16 priva di illuminazione e di barriere e aree pedonali.

 

Il pericolo maggiore deriva senza dubbio dalla totale assenza di illuminazione che andrebbe necessariamente apposta quanto meno agli incroci. Si rappresenta che la strada in questione vede la presenza di diversi incroci e intersezioni: incrocio nei pressi del Poligono del Tiro Assegno – uno per imboccare la Super strada per Lecce e l’altro presso a poco più avanti per raggiungere Bozzano.

 

Si tratta di una strada molto trafficata che vede la percorrenza di auto e mezzi pesanti verso la città e per i paesi della provincia. La S.S.16 l’unica arteria stradale di collegamento per il quartiere “La Rosa”; quartiere della città a non poter essere raggiunto per la via pedonale, realizzato ed abbandonato o forse relegato appositamente a quartiere
agricolo residenziale che oggi vede la presenza di circa 600 famiglie, privo di collegamenti pedonali e di strutture urbane degne di una area cittadina !!

 

Nel 2019 i residenti non sono più disposti a sostenere questo disagio.

 

Con questa denuncia intendono in primo luogo chiedere al Sindaco ed anche Presidente della Provincia di Brindisi Ing. Riccardo Rossi e agli Assessori delegati, giusta competenza in materia, che la S.S. 16 veda l’istallazione di impianti di illuminazione quanto meno agli incroci principali: Bozzano e quello che dal prolungamento di via Arturo Martini (complanare sant’Elia) porta alla Masseriola.

Si possono istallare impianti solari che non necessitano di cavi elettrici oppure con uno sforzo maggiore portare la corrente elettrica dell’impianto di illuminazione del parcheggio del PalaPentassuglia all’incrocio presente nei pressi del Tiro Assegno Nazionale.

 

A causa del degrado urbano, stradale e dell’assenza di illuminazione la zona, tutta, viene abbandonata ed anche le strutture sportive aperte e presenti in zona Masseriola sono abbandonate dall’utenza perchè situate in una zona con evidenti disagi, non servite dal servizio di trasporto urbano (STP). Infatti, durante la giornata i ragazzi che volessero frequentare il campo di atletica leggera, la piscina, o il palazzetto dello sport sono impossibilitati a raggiungere le predette strutture perchè non vi è alcun tipo di collegamento pubblico. I genitori sono ovviamente molto preoccupati qualora dovessero consentire ai figli di raggiungere le strutture sportive con mezzi propri (motorini, biciclette) stante la pericolosità delle strade di collegamento.

 

I problemi sono stati più volti denunciati e portati all’attenzione delle diverse amministrazioni senza purtroppo ottenere risultati in termini di sicurezza e urbanizzazione.

 

I residenti pertanto intendono qualora la loro istanza presentata in Comune non dovesse trovare un rapido accoglimento, bloccare la strada ed il traffico e portare la questione all’attenzione della Commissione Trasporti presso il Ministero delle Infrastrutture.

 

Si chiede pertanto alle amministrazioni competenti Comune e Provincia di intervenire con rapidità alla messa in sicurezza della strada, prima che ci scappi un altro morto !!

 

Simona Maniscalco

No Comments