June 17, 2024

Brundisium.net

Nei giorni scorsi Forza Italia aveva rivolto un invito al dialogo a tutte le forze di destra e di centro per la costruzioni di una ipotetica coalizione per le amministrative a Brindisi.

L’invito era rivolto a MNS, Movimento +39, FdI/AN, Noi per Salvini, Brindisi Avanti insieme, Viva Brindisi, Direzione Italia, Noi centro, Brindisi prima di tutto, Progetto per l’Italia, Pri, Alternativa popolare, Udc, Coerenti per Brindisi, Democratici per Brindisi e Impegno sociale.

Oggi sono arrivati i primi NO. Da un lato Noi Con Salvini, che ha fatto sapere di non volere un “minestrone politico concepito per coinvolgere tante realtà politiche così diverse tra loro e taluni “spiriti liberi” che in passato hanno dimostrato la loro inaffidabilità politica oltreché una certa predisposizione alla transumanza partitica”. Dall’altro lato Alternativa Popolare, UDC
e Coerenti per Brindisi che hanno declinato l’invito proprio per la presenza al tavolo di forze di destra ed intolleranti.

Questo la lettera inviata dai tre partiti ad Antonio Andrisano ed Ernestina Sicilia, Coordinatori rispettivamente della provincia e della città di Brindisi.

 

 

Preg.mi,

con la presente intendiamo ringraziarVi per l’invito rivoltoci a partecipare ad un incontro sul futuro della nostra città e su possibili alleanze per assicurarle una guida stabile ed efficace.

Si tratta di un ringraziamento “reale” e non formale, in quanto riteniamo che Forza Italia rappresenti un interlocutore estremamente qualificato da cui non si può prescindere nel momento in cui si affrontano tematiche legate al futuro amministrativo di Brindisi.

 

 Le recenti vicende politiche di carattere nazionale, peraltro, hanno dimostrato che l’esigenza primaria deve essere quella di evitare spinte eversive e qualunquistiche. Dopo di che – è evidente – ci si può dividere, a condizione che vengano rispettate le condizioni irrinunciabili di democrazia.

Certo, le elezioni amministrative comunali sono differenti. Contano i programmi, le idee, la voglia di cambiamento. Ed è su questo terreno che ci si deve confrontare per dar vita a coalizioni quanto più allargate possibile, in maniera tale da evitare di inciampare sul sempre più frequente ricatto del singolo consigliere comunale determinante per mantenere la maggioranza.

Ciò nonostante, siamo costretti a rilevare che non ci sono – allo stato attuale – le condizioni minime per poter intavolare una discussione. Nella lista degli invitati alla vs. iniziativa, infatti, figurano movimenti e forze politiche ispirate all’estrema destra, con segnali evidenti di intolleranza (anche attraverso poco opportune ostentazioni pubbliche) nei confronti di uomini e sistemi democratici di conduzione della cosa pubblica.

Chi firma questa nota ha avviato, come è noto, un percorso di intesa e di unione di forze moderate ed i principi che animano la nostra azione politica non ci consentono di farci trascinare in una deriva autoritaria che mal si concilia con i reali interessi dei nostri cittadini.

Nella speranza di aver ben chiarito i motivi per cui non parteciperemo all’incontro, confermiamo la volontà di discutere del futuro di Brindisi in un tavolo fra “moderati” a cui la vostra forza politica sarà sempre ben accetta.

Cordiali saluti

Alternativa Popolare
UDC
Coerenti per Brindisi

No Comments