September 27, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

I Carabinieri della Stazione di Brindisi Centro, a conclusione dei primi accertamenti, relativi ad alcuni episodi di bullismo e di marginalizzazione perpetrati nei riguardi di uno studente 17enne del luogo, fatti accaduti nel tardo pomeriggio del 5 novembre scorso, hanno deferito in stato di libertà un 18enne e un 20enne entrambi di Brindisi.

 

La ricostruzione dettagliata dell’evento, resa possibile dalla disamina delle immagini di un video, nonché dall’escussione testimoniale di alcune persone, ha delineato esattamente i fatti avvenuti nella piazza adiacente a viale Commenda che hanno visto quale soggetto passivo il minorenne.

 

Il giovane è stato fatto oggetto da parte dei due indagati, di comportamenti connotati da arroganza e prevaricazione, nonché altamente lesivi dei diritti e della dignità di ogni individuo.

Comportamenti, che si sono manifestati sia con insulti omofobi, sia con azioni violente, intolleranti e derisorie.

I reati contestati ai due maggiorenni sono la violenza privata e la diffamazione.

Gli atti discriminatori perpetrati al minore sono stati ripresi con uno smartphone e le immagini diffuse sul social network “instagram”, successivamente rimosse.

 

Oltre ai due indagati maggiorenni è al vaglio la posizione di altri soggetti coinvolti che avrebbero avuto un qualche ruolo nella vicenda.

No Comments