April 20, 2024

Brundisium.net

La CNA Nazionale, con il supporto della CNA Costruzioni, mediante l’onorevole Sara Moretto ha presentato una proposta di legge alla Camera dei Deputati sulla trasformazione in credito d’imposta da poter scontare in banca degli incentivi fiscali per ristrutturare e riqualificare le abitazioni.
La proposta di legge “Disposizioni per la cessione dei crediti di imposta maturati per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici mediante contratto di sconto con un intermediario finanziario”, permette di anticipare presso le banche e gli intermediari finanziari le agevolazioni fiscali legate alle ristrutturazioni edilizie, eliminando l’obbligo di attendere dieci anni per il recupero rateale nelle dichiarazioni di reddito.
Una importante novità riguarda l’ampliamento dei beneficiari della proposta, fra cui rientrano anche gli “incapienti”, (fra cui 5 milioni di dipendenti e 3 milioni di pensionati), creando così gli strumenti necessari a rilanciare il settore dell’edilizia, individuando inoltre una possibile soluzione per risolvere i blocchi dei lavori condominiali, scaturiti dai differenti status economici dei vari condomini.
La cessione del credito d’imposta alle banche consentirà alle famiglie ed alle imprese di sostenere lavori che altrimenti non potrebbero affrontare, ampliando il mercato delle ristrutturazioni ad altri 8 milioni di cittadini ed aumentando così di circa 5 miliardi l’ammontare dei lavori edili nel primo anno, contribuendo ad un incremento occupazionale pari a 24.000 unità.

Il disegno di legge, che incontra il pieno favore della CNA di Brindisi, rappresenta una tappa decisiva nel rilancio del settore edilizio italiano, la cessione del credito d’imposta alle banche è un sostanziale incentivo per il mercato delle ristrutturazioni e delle riqualificazioni, essendo uno strumento che si pone l’obiettivo di agevolare tali pratiche riuscendo al tempo stesso ad ampliare il numero di beneficiari.

C.S. CNA BRINDISI

No Comments