July 14, 2024

Brundisium.net

Una straordinaria celebrazione dell’arte e della cultura della città di Brindisi.
Gli spettacoli di Luigi D’Elia e Sara Bevilacqua hanno trionfato nella XXII edizione di Ermo Colle, il prestigioso Palio Poetico Teatrale Musicale conquistando, rispettivamente, il premio della critica (ad ex equo con Fabrizio Pugliese) ed il premio del pubblico.

 

L’evento, che si è svolto dal 29 luglio al 12 agosto 2023, ha coinvolto 11 comuni della provincia di Parma: Collecchio, Corniglio, Felino, Langhirano, Lesignano De’ Bagni, Montechiarugolo, Neviano degli Arduini, Parma, Sala Baganza, Sorbolo Mezzani e Traversetolo.

La serata finale, svoltasi il 12 agosto a Villa Borri di Basilicagoiano (Montechiarugolo), è stata un culmine di emozioni e talento, con l’assegnazione ai due brindisini dei premi più ambiti: il Premio del Pubblico e il Premio della Critica.

 

Nella splendida cornice di Villa Borri, il Premio del Pubblico è stato assegnato a “Meridiani Perduti Teatro” che hanno portato in scena “Stoc Ddo’ – Io sto qua” (di e con Sara Bevilacqua; drammaturgia Osvaldo Capraro; disegno luci Paolo Mongelli; organizzazione Daniele Guarini). Il riconoscimento che, secondo tradizione, è assegnato dal pubblico stesso che ha partecipato agli spettacoli durante l’intero periodo della manifestazione, rappresenta una grande dimostrazione di apprezzamento per la straordinaria performance di Sara Bevilacqua.

 

Il Premio della Critica è stato assegnato, invece, dalla Giuria composta da esperti di alto profilo del mondo teatrale e culturale. Quest’anno, i vincitori di questo prestigioso premio sono stati Fabrizio Pugliese e Luigi D’Elia, che hanno affascinato il competente parterre parmense con le loro eccezionali esibizioni.

L’attore brindisino ha portato in scena “Cammelli a Barbiana” (di Francesco Niccolini e Luigi D’Elia; regia Fabrizio Saccomanno; produzione INTI).
La giuria, composta da Valeria Ottolenghi (critica teatrale e giornalista della Gazzetta di Parma), Elisa Cuppini (danzatrice, attrice, regista), Roberta Gatti (Associazione Culturale UOT-Unità di Organizzazione teatrale), Silvio Malacarne (germanista e esperto di cultura teatrale) e Sandra Soncini (attrice e danzatrice), ha riconosciuto il loro talento e contributo all’arte e alla cultura.

 

L’edizione 2023 di Ermo Colle ha consolidato la sua posizione come manifestazione culturale di spicco in Italia.
La XXII edizione ha portato la luce dell’arte, della poesia e della musica in luoghi inconsueti, creando un connubio tra territorio e creatività. L’evento è stato reso possibile grazie al contributo fondamentale della Regione Emilia-Romagna, della Fondazione Cariparma, dei Parchi del Ducato, dell’Unione Pedemontana Parmense e di vari comuni e enti locali.

L’emozionante viaggio attraverso la cultura, che ha abbracciato luoghi di alta tradizione, ha corroborato la grande vitalità del teatro brindisino che, da oggi, può vantare un ulteriore prestigioso riconoscimento in campo nazionale.

 

Sia Sara Bevilacqua che Luigi D’Elia hanno espresso la grande gioia e soddisfazione attraverso i propri canali social.

Per D’Elia “la festa è tripla perché ha vinto anche Sara Bevilacqua con STOC-DOO’ (premio del pubblico) e Fabrizio Pugliese con ACQUASANTISSIMA (ex equo con Cammelli).
Io e Sara addirittura entrambi da Brindisi. Penso che sia un dato storico per la nostra città questo doppio premio. E oltretutto laggiù siamo amici da una vita.
Tre pugliesi che vincono insieme tra decine di compagnie italiane che si sono confrontate in una lunghissima strada sulla “narrazione civile”.
E mi vengono in mente mille cose. Che la fortuna di fare questo mestiere è che le cose che non riesci a dire le porti in scena e vi parlerei per ore di cosa è questo spettacolo per me da quasi dieci anni.
Vi dico allora qui, quello che posso, poco, che il premio e mio e di Francesco Niccolini, che mi scrive che è lo spettacolo più difficile da scrivere che abbia mai affrontato e che insieme a noi c’era Fabrizio Saccomano alla regia quando tutto è nato.
E che c’è Sandra Gesualdi che senza di lei lo spettacolo non sarebbe nemmeno nato e cresciuto e che con questa storia siamo diventati fratelli e sorelle. D’anima, si dice?
E che penso a Lorenzo. Chissà cosa direbbe di questo premio. E quanto gli voglio bene a quel prete-maestro-pittore testone.
E penso a mia figlia la più piccola, Matilde, che oggi è il suo compleanno e che per tenerle vicine negli spettacoli lontani le porto nelle storie, le nomino, e in questo spettacolo Matilde era quella che proprio non capiva la tabellina del 5, era in un passaggio dello spettacolo tra gli altri bambini di Barbiana, e per cinque mesi costringeva tutti ad aspettarla finché non avesse imparato anche lei.
E che invece da stasera è libera perché ha compiuto 13 anni e finalmente sa dire la tabellina del 5. Grazie Matilde! Puoi andare ora. Avanti. Avanti tutti. Verso il futuro. Senza pesi.
Grazie a Ermo Colle, tutti, organizzatori, giurati, pubblico. Garbati, accurati, sobri. È un’istituzione culturale importante in Italia.
Vincono Sara, Luigi e Fabrizio. Un po’ di Puglia”.

 

Anche Sara Bevilacqua non nasconde l’emozione e la felicità per la vittoria in un festival che ha assistito alla partecipazione di decine di compagnie da tutta Italia.
“Le emozioni sono mille questa notte.
“Dedico questo premio a Lella , a mia mamma e a tutte le donne tenaci, coraggiosamente fragili, capaci di trasformare il dolore più nero della pece in fonte di luce pura, divenendo faro per gli altri.””
Grazie a tutte le persone che hanno creduto e amato questo monologo!!!!

L’attrice brindisina ha voluto ringraziare nello specifico “la forza e l’impegno quotidiano di Lella e Pinuccio Fazio”, “Osvaldo Capraro anima bella”, “la cura e la determinazione di Daniele Guarini”, “la bravura e professionalità di Paolo Mongelli, Marco Oliani e Antonio Guadalupi”.
“Felici per Luigi D’elia e Fabrizio Pugliese Premio della critica exequo.
Grazie al garbo e la sensibilità di Silvana Piazza, Adriano Engelbrecht e tutto lo staff tecnico e organizzativo del Palio Ermo Colle”

No Comments