October 20, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Una vera e propria bomba scuote la campagna elettorale per le amministrative nel Comune di Brindisi.
Stamattina è stato arrestato Daniele Pietanza, responsabile del personale della Brindisi Multiservizi Spa.

L’accusa a suo carico è: concussione elettorale. Contestati anche i reati di furto, peculato e ricettazione.

Il provvedimento è stato richiesto dal pm Giuseppe De Nozza e firmato da Tea Verderosa, gip del Tribunale di Brindisi.
L’indagine, condotta dalla DIGOS di Brindisi, oltre a Pietanza, riguarderebbe altri 12 indagati. Tra di essi Lino Luperti, ex assessore all’Urbanistica, e notoriamente vicino allo stesso Pietanza.

 

Stamattina la DIGOS ha eseguito sei perquisizioni domiciliari, una delle quali riguarda proprio Luperti, che è candidato alle comunali del prossimo 10 giugno, nella lista Brindisi popolare a sostegno di Roberto Cavalera.

 

Le indagini sarebbero state avviate dopo un duro litigio avvenuto all’interno della Brindisi Multiservizi tra Pietanza, sostenitore di Luperti e Angela Carluccio, ed un altro dipendente della stessa azienda nel periodo del ballottaggio tra la Carluccio e Nando Marino.

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com