February 21, 2024

Brundisium.net

Presentata questa mattina nella sala dei Presidenti del CONI, la terza edizione della Coppa del Mediterraneo di Scherma U23 che si terrà a Brindisi dal 20 al 22 ottobre 2023.

Presenti alla conferenza stampa il Segretario Generale del Comitato Olimpico Nazionale Italiano Carlo Mornati, il vice Presidente della Federazione Italiana Scherma e della Confederazione del Mediterraneo, Vincenzo De Bartolomeo, il Membro della Giunta nazionale del CONI e testimonial dell’evento Paolo Pizzo, il presidente del Comitato organizzatore della Kermesse, Pierangelo Argentieri e l’Assessore allo sport del Comune di Brindisi, Oreste Pinto.

La Coppa del Mediterraneo Under 23 è la più giovane tra le grandi manifestazioni del panorama schermistico internazionale. Nasce sotto l’egida della Confederazione del Mediterraneo di Scherma, che unisce i Paesi del Bacino del Mare Nostrum ma si apre anche – con formula “a inviti” – ad altre Nazionali che nei primi due anni hanno mostrato grande interesse a partecipare.

Brindisi 2023 sarà la terza edizione della kermesse, le prime due sono state ospitate dalla città di Carrara. L’Italia in quanto Paese fondatore della Confederazione del Mediterraneo di Scherma ha inteso dare un forte impulso a una competizione che valorizza gli Under 23, un’importante categoria “cuscinetto” tra i Giovani (Under 20) e gli Assoluti.

In quella fascia d’età, infatti, rientrano diversi atleti già protagonisti sul palcoscenico della Coppa del Mondo “dei grandi” e altri che, appena usciti dal circuito Juniores, hanno bisogno del tempo necessario per completare il percorso di cresciti che li porterà a essere competitivi, e magari ad affermarsi, tra gli Assoluti. Esempio emblematico è la classifica finale dell’ultima edizione della Coppa del Mediterraneo Under 23 Carrara 2022 nella spada maschile, in cui sono saliti sul podio due azzurri ormai componenti del gruppo Assoluti in Coppa del Mondo, il vincitore Giulio Gaetani e il terzo classificato Enrico Piatti, e un azzurrino della Nazionale Under 20, Matteo Galassi (medaglia d’argento).

Il Comitato organizzatore ha avviato da novembre 2022 tutte le interlocuzioni con il territorio al fine di implementare un evento che non si limiterà a ospitare le gare sportive ma le utilizzerà con l’ambizione di costruire un percorso di valorizzazione dell’intero territorio brindisino e di confronto e contaminazione con le culture che si affacciano sul “Mare Nostrum”.

Da un lato l’importante gara internazionale e dall’altro una vetrina del territorio per le istituzioni e le aziende che metteranno in mostra il valore aggiunto che la provincia di Brindisi può vantare. Un luogo dove ispirarsi, in cui condividere progetti, opportunità di business e networking, attraverso uno spazio espositivo e workshop e testimonianze.

L’importante evento verrà allestito all’interno del bellissimo esempio di archeologia industriale rappresentato dal Capannone Ex Montecatini, affacciato sul porto di Brindisi in uno scenario di estrema suggestione e bellezza. Una struttura realizzata interamente in legno di abete rosso di quasi 220 metri di lunghezza per 28 di larghezza per un’altezza massima di 14 metri, per una superficie complessiva di oltre 6.000 mq senza pilastri intermedi, già utilizzato in passato per eventi culturali e istituzionali e che, per l’occasione, verrà suddiviso in tre spazi attraverso l’ausilio di strutture di design, divenendo “la casa del Mediterraneo” che sarà unita al centro di Brindisi con un sistema innovativo di logistica che prevede la realizzazione di una passerella galleggiante che coprirà circa 250 metri lineari di mare, divenendo un’attrazione nell’attrazione.

Per l’Assessore Oreste Pinto “è stato un grande orgoglio partecipare alla conferenza stampa di presentazione della Coppa del Mediterraneo Under 23 di scherma “Brindisi 2023”, che si è tenuta a Roma presso la prestigiosa Sala dei Presidenti del Coni.
A suggellare l’importanza e l’attesa per l’appuntamento brindisino un parterre di relatori di altissimo livello: Carlo Mornati, Segretario Generale del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Vincenzo De Bartolomeo, Vicepresidente FIS e della Confederazione del Mediterraneo, Paolo Pizzo, campione del mondo di spada e testimonial della kermesse autunnale e Pierangelo Argentieri, Presidente del Comitato organizzatore.
Abbiamo illustrato tutti i dettagli sulla marcia d’avvicinamento all’evento, in programma dal 20 al 22 ottobre, che vedrà Brindisi al centro della scena schermistica internazionale
Una manifestazione resa possibile dalla splendida rete realizzata a Brindisi tra Comune, l’asd Lame Azzurre del Presidente Alessandro Rubino, la Federazione Italiana Scherma, l’I.C. Commenda della Dirigente Patrizia Carra ed i privati, tra i quali, fino ad oggi hanno aderito Federalberghi e ConfCommercio.
Nel mio intervento ho sottolineato tre elementi fondamentali:
– l’importanza della rete, nata con il Protocollo d’intesa Fis, Comune, I.C. Commenda e cresciuta al punto da garantire a tutti noi una credibilità tale da ottenere l’organizzazione di un evento internazionale di grande portata;
– la tradizione e la passione schermistica che, per la nostra realtà, rappresentano valori aggiunti sui quali la città può fare affidamento ad occhi chiusi;
– il grande impatto a fini economici, sociali e turistici di una manifestazione che porterà in Puglia ed a Brindisi migliaia di atleti, allenatori ed addetti ai lavori.

No Comments