July 15, 2024

Brundisium.net

Mobilitazione in provincia di Brindisi di associazioni, cooperative ed istituzioni per organizzare un significativo momento di riflessione e vicinanza al popolo ucraino aderendo all’iniziativa promossa dal Mean – Movimento Europeo di Azione Nonviolenta.
Mercoledì 10 luglio, cento attivisti italiani partiranno per Kyiv per una nuova missione (l’undicesima) del MEAN, ed il giorno 11 luglio (giorno di san Benedetto patrono d’Europa) alle ore 17.00 nella piazza di S. Sofia a Kyiv si terrà una riflessione e preghiera interreligiosa per la pace in Ucraina.
In Ostuni ci sarà un collegamento in diretta dalla sala mostre della Biblioteca Comunale, a Mesagne lo stesso farà la cooperativa OSA in Villa Bianca (ma anche Rutigliano si collegherà dalla RSA “Suglia Passeri”), per dare il nostro sostegno e la nostra solidarietà agli italiani presenti nella piazza e a tutto il popolo ucraino sofferente. Invitiamo tutti i cittadini a partecipare, affinché la solidarietà degli europei giunga al popolo ucraino attraverso un vero legame civile e umano, in nome della nonviolenza attiva.
Il giorno 12 luglio la missione proseguirà con un grande incontro di lavoro italo-ucraino articolato attorno a cinque gruppi di approfondimento di temi fondamentali per il post-conflitto (l’istituzione dei Corpi Civili Europei di Pace, l’attivazione di percorsi di riconciliazione e giustizia riparativa, la condivisione delle giuste parole della pace, il ruolo attivo del dialogo interreligioso e le necessità derivanti dagli immensi traumi della guerra).
Da Ostuni partiranno il dottor Francesco Colizzi, psichiatra psicoterapeuta e storico dirigente nazionale dell’Associazione Italiana amici di Follereau (AIFO) che coordinerà a Kyiv il 12 luglio il tavolo di lavoro sui Traumi da guerra, e sua figlia Ivana Colizzi, psicologa psicoterapeuta e attuale presidente protempore dell’Istituzione Museo di Ostuni. Poiché l’ANCI nazionale sta sostenendo varie iniziative tra Comuni italiani ed ucraini, ad essi il sindaco di Ostuni ha anche affidato ufficialmente l’incarico di “manifestare l’interesse del Comune di Ostuni a stringere un patto di collaborazione con un Comune ucraino e ad avviare contatti esplorativi in tal senso, comunicando al rientro con apposita relazione i risultati della missione di pace”.

No Comments