April 13, 2024

Brundisium.net

I Carabinieri della Stazione di Oria hanno deferito in stato di libertà, per sottrazione di cosa sottoposta a sequestro e violazione di sigilli, D.L. 54enne di Latiano.

L’uomo è stato sorpreso per le strade di Oria alla guida della sua autovettura, risultata sottoposta a sequestro amministrativo, il 9 settembre 2014, perché sprovvista della copertura assicurativa sulla responsabilità civile, affidatagli in custodia giudiziale.

A Brindisi, invece, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brindisi hanno deferito in stato di libertà, per sottrazione di cose sottoposte a sequestro e violazione degli obblighi di custodia, C.G. 46enne e F.R. 33enne, quali custodi delle autovetture di proprietà che gli erano state affidate a seguito del sequestro per mancata copertura assicurativa.

Da un esame degli autoveicoli affidatigli è emerso che sono risultati privi di alcune parti meccaniche e di carrozzeria.

L’affidamento del veicolo, oggetto di sequestro, ai “proprietari–custodi”, è finalizzato a non gravarli delle ulteriori spese di custodia che l’affidamento a ditte specializzate comporterebbe. Di contro, il “proprietario–custode” è tenuto a conservare il mezzo nelle medesime condizioni riscontrate al momento del sequestro, e non a cannibalizzarlo alienando i pezzi migliori, depauperandolo così del suo valore. Infatti, la norma contestata ai soggetti denunciati è volta a tutelare il buon andamento della Pubblica Amministrazione, quale interesse pubblico al mantenimento delle condizioni di realizzazione delle finalità dei sequestri.

No Comments