September 20, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Domenica 1 agosto alle 19:30 presso i Giardini della Contessa, l’incantevole parco storico annesso al Castello Dentice di Frasso di Carovigno, avrà luogo l’evento dal titolo “L’alba della notte” un reading poetico al tramonto.
L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Carovigno, nasce dall’idea condivisa da diverse associazioni del territorio (A.S.D. Atletica Carovigno, Diversamente Insieme Christian Ignone, Liberi di, AVIS, Arci e Casa de la Poésie “El Cactus” di Ostuni) di far riscoprire alla cittadinanza quelle parti di verde che spesso viviamo come elemento scontato del paesaggio quotidiano ovvero i parchi, i giardini, i cortili, gli orti, gli angoli verdi pubblici e privati. L’intento è che questi vengano considerati come luoghi per osservare la natura, luoghi di cultura, luoghi che consentono di ritrovare la socialità, insomma, come un patrimonio vivo che appartiene alla comunità ed è necessario per il suo benessere.
Le poetesse Marisa Martínez Pérsico di origini argentine e Mara Venuto di Taranto, già ospiti del II Festival internazionale di poesia “Trasmigrazioni poetiche (Transmigraciones poeticas)” nel 2019, condivideranno una serata di letture poetiche intervallata dalla straordinaria voce di Diego Saponaro.
La partecipazione è libera e gratuita..

Marisa Martínez Pérsico – È nata a Lomas de Zamora (Buenos Aires). Poeta e ricercatrice universitaria argentina residente in Italia. Le sue raccolte di poesia sono: Las voces de las hojas (1998), Poética ambulante (2003), Los pliegos obtusos (2004), La única puerta era la tuya (2015), El cielo entre paréntesis (2017), Finlandia (2020). È traduttrice di poesia italiana contemporanea e dirige a Roma la rivista Cuadernos del Hipogrifo. La nonna materna emigrò dalla Galizia in Argentina nel 1938 e, grazie alla Legge sulla Memoria Storica – che riconosce ai figli e ai nipoti di chi ha perso la cittadinanza a causa dell’esilio il diritto di chiederla – nel 2009 ha scelto di acquisire anche la nazionalità spagnola.

Mara Venuto – È nata a Taranto, vive a Ostuni. Tra le sue pubblicazioni: i monologhi teatrali Leggimi nei pensieri (2008) e The Monster (2015, testo finalista al Mario Fratti Award 2014 di New York per la drammaturgia italiana); le raccolte poetiche Gli impermeabili (2016, menzione di merito al Premio internazionale Piero Alinari 2014) e Questa polvere la sparge il vento (2019, opera segnalata al Premio Bologna in Lettere 2018 – Sezione Raccolta inedita di poesie; menzione speciale al Premio Internazionale di Poesia Don Luigi Di Liegro 2020 – Sezione Raccolta edita di poesie). Ha curato e pubblicato numerosi altri volumi, tra cui un ciclo di pubblicazioni al femminile. Sue poesie sono state tradotte e pubblicate in polacco, inglese, russo, hindi, albanese e spagnolo. È inclusa in una trilogia di monografie dedicate alla poesia italiana femminile contemporanea (Macabor Editore, 2017). È stata ospite di Festival internazionali di Poesia, tra cui il IX Festival di Poesia Slava a Varsavia nel 2016. Suoi testi e corti teatrali su tematiche sociali – The Monster; Gli Eroi; Faith; Zitti zitti; Miché; N.N.; Gli Argini di Spoon River – sono stati premiati in ambito nazionale e internazionale e rappresentati con buon riscontro di pubblico e critica. A maggio 2021 è uscita la sua ultima raccolta poetica La lingua della città (segnalata al Premio Bologna in Lettere 2020 – Sezione Raccolta inedita di poesie) nella collana Letture meridiane diretta da Eleonora Rimolo per Delta3Edizioni.

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com